Manuale Dizionari Digitali Zanichelli

Operatori logici e caratteri jolly

Invia per e-mail
Print Friendly

Operatori logici

È possibile costruire espressioni di ricerca complesse tramite l’uso di operatori logici, di speciali prefissi collegati alle diverse aree del documento e di caratteri jolly.

    OR (.OR): cerca le voci in cui compaiono l’uno o l’altro dei termini separati dall’operatore.

  • Esempio: forte .OR piano ricerca le voci che contengono la parola forte o la parola piano o entrambe
  • AND (.AND): cerca le voci in cui compaiono entrambi i termini separati dall’operatore.
    Esempio: forte .AND piano ricerca le voci che contengono entrambe le parole forte e piano.
  • NOT (.NOT): cerca le voci in cui compare il termine che precede l’operatore e non compare quello che segue.
    Esempio: forte .NOT piano ricerca le voci che contengono la parola forte ma non contengono la parola piano.
  • VICINO A (.NEAR): cerca le voci in cui compaiono entrambi i termini separati dall’operatore entro una distanza di 5 parole l’uno dall’altro.
    Esempio: forte .NEAR piano ricerca le voci che contengono le parole forte e piano, e in cui piano compare a una distanza massima di 5 parole da forte.
  • NON VICINO A (.NOTNEAR oppure #) /(.NOTNEAR or #): cerca le voci in cui compare il termine che precede l’operatore senza che compaia il termine che segue l’operatore entro 5 parole di distanza.
    Esempio: forte .NOTNEAR piano ricerca le voci che contengono la parola forte e nelle quali la parola piano non compare o compare a una distanza superiore a 5 parole da forte.
  • DISTANZA (.d o $ seguito da uno spazio e da un numero)(symbol .d or $ followed by a blank and a number): consente di variare il parametro di distanza rispetto al valore 5 assunto come standard. Il parametro distanza può essere variato più volte nella stessa stringa di ricerca.
    Esempio: .DISTANCE 10 forte .NEAR piano ricerca le voci che contengono le parole forte e piano, e in cui piano compare a una distanza massima di 10 parole da forte.
  • SEGUITO DA (.FOLLOWED oppure spazio “ ” o trattino “-” oppure apostrofo “’”)(symbol .f or either a blank “ ”, a hyphen “-” or an apostrophe “’”): cerca le voci in cui il termine che precede l’operatore è immediatamente seguito dal termine che segue l’operatore.
    Esempio: primo piano (oppure primo .FOLLOWED piano) ricerca le voci che contengono le due parole esattamente nell’ordine indicato.

Caratteri jolly

I Caratteri jolly si possono utilizzare in tutte le Modalità di interrogazione dell’opera:

  • * (Asterisco): equivale a più caratteri arbitrari (più di uno, uno o nessuno). Si può usare più volte, in qualunque posizione nella parola, anche in combinazione con il punto interrogativo. L’asterisco da solo non è ammesso.
    Esempio: ecos* corrisponde a ecosistema, ecosfera, ecc.
  • COMBINAZIONE di più OPERATORI: Nelle espressioni che contengono più operatori, l’ordine di esecuzione è il seguente: prima il SEGUITO DA, poi AND, NOT, VICINO A, NON VICINO A e, per ultimo, OR. L’ordine delle operazioni può essere variato mediante l’uso di parentesi tonde.
    Esempio: passato .FOLLOWED (prossimo .OR remoto) ricerca le occorrenze delle locuzioni passato prossimo oppure passato remoto, mentre passato .FOLLOWED prossimo .OR remoto ricerca le occorrenze della locuzione passato prossimo o del termine remoto.
  • ? (Punto interrogativo): equivale a un solo carattere arbitrario. Si può usare più volte e in ogni posizione all’interno della parola
    Esempio: am?c? corrisponde ad amaca, amico e a tutte le altre parole di 5 lettere che iniziano per am e in cui la quarta lettera è una c.
  • ! (Punto esclamativo): serve a variare la desinenza di una parola cercata.
    Esempio: ricc!a!o!he!hi corrisponde a ricca .o ricco .o ricche .o ricchi.
  • Prefissi dei campi (si possono utilizzare solo in Ricerca avanzata):
    Se si consulta un dizionario dal programma per Windows/Mac è possibile limitare la ricerca delle parole a determinate aree della voce mediante la selezione dei prefissi elencati nel menu a tendina attivato utilizzando il pulsante Ausilio per la ricerca presente nell’interfaccia della Ricerca avanzata, così come indicato in Ricerche predefinite e indici.
  • I prefissi possono essere combinati a piacere nelle espressioni, insieme agli operatori logici.
  • Un’espressione di ricerca con prefissi può essere inserita in qualsiasi campo, poiché l’indicazione esplicita dell’area da utilizzare ha la priorità rispetto al campo in cui viene digitata l’espressione.
    Esempio: l:pro* .e tt:piano ricerca le voci che iniziano per pro che contengono la parola piano nel testo.
  • Gli operatori logici, i prefissi dei campi e i jolly possono essere combinati per costruire ricerche complesse.
  • In generale conviene iniziare una ricerca con un’impostazione semplice, scartando poi a vista le occorrenze non volute, piuttosto che avviare richieste troppo complicate.
  • Le ricerche con l’asterisco nelle prime posizioni (per es. a*) o all’inizio di parola (per es. *zione) sono di necessità più lente. In ogni caso, se una ricerca sul sito o sul programma su desktop dura troppo è possibile interromperla premendo il tasto Esc.