L'album della settimana

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Tracy Chapman | Tracy Chapman (1988)

24/05/2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La voce profonda e lo stile Folk essenziale ma raffinato l'hanno resa una delle più grandi cantautrici afroamericane. Tracy Chapman (Cleveland, 1964) comincia come artista di strada e cantante nei bar. Le basta un album a fine anni 80 per fare scalpore con storie di un'intensità e di una qualità poetica fuori dall'ordinario. Diventata una delle artiste simbolo del nuovo cantautorato americano, alterna toni confessionali e di protesta, e gode di un successo ininterrotto.

 

Tracy Chapman

Elektra, 1988 – ★★★★★

Un esordio squillante per l'interprete di colore dell'Ohio: la Chapman incarna la forza, la passionalità del Blues, i sentimenti della migliore canzone d'autore, trattata con naturalezza, senza infingimenti né compromessi. Torna alla mente la scarna, selvatica essenzialità del primo Dylan, incastonata su una vocalità assai vicina alla Joan Armatrading di dieci-quindici anni prima. Con la dominante della charra acustica, testi e narrazione di derivazione Folk, Tracy piazza tra i solchi un gioiellino come Talkin' Bout A Revolution: una ballata verace, minimale, sofferta e percorsa da un'urgenza tipica dei più grandi cantastorie.

 

Canzone: Talkin' Bout A Revolution

Don't you know
They're talkin' bout a revolution
It sounds like a whisper
While they're standing in the welfare lines
Crying at the doorsteps of those armies of salvation
Wasting time in the unemployment lines
Sitting around waiting for a promotion

 

Piattaforma Spotify:

 

Piattaforma Grooveshark:

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.