L'album della settimana

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Jovanotti | Ora (2011)

31/05/2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Glorioso esempio di (benefico) trasformismo artistico: Lorenzo Cherubini (1966) è la migliore testimonianza dell'evoluzione della specie, musica compresa. Nativo di Roma, ma cresciuto a Cortona e professionalmente radicatosi a Milano, con il nomignolo di Jovanotti viene lanciato da Claudio Cecchetto: hit di micidiale successo sono i primi singoli 1...2...3... Casino, Siamo o non siamo un bel movimento, È qui la festa, cui seguono due album sulla falsariga di un giovanilismo esasperato. È il “cecchettismo”, virus tra i più perniciosi del circuito della musica leggera, a guidarlo: ma non sbaglia una mossa, dal punto di vista dei numeri, Go Jovanotti Go, Gimme Five, La mia moto, Vasco, presentata al Festival di Sanremo 1989. Da lì in poi, una provvidenziale redenzione, sulla via di una canzone d'autore irresistibilmente cucinata con sonorità e intuito visivo sorprendente, soprattutto nella dimensione live, dove lo show di Jovanotti ha pochi rivali.

 

Ora
Universal, 2011 – ★★★★★

Tutto l'amore che ho, il singolo, accompagnato da un video ad altissima produzione. Prende subito quota e convince senza riserve, ma il resto dell'album contiene sorprese da ascrivere alle sue cose migliori. La ballata d'amore Le tasche piene di sassi, il vortice di Megamix, le tante parole nel groviglio sonoro di Amami, le delicatissime riflessioni di Ora che fa legame con L'elemento umano e Quando sarò vecchio. Stavolta nel suo circo sonoro entrano per un saluto Cesare Cremonini, Michael Franti, Amadou & Mariam e Luca Carboni. Un Jovanotti mai sazio di novità, cresce ancora e sorprende per la sua continua, contagiosa vitalità. Tante belle parole e tanta bella musica pescando idee da tutto il mondo. Come al solito sono messe in commercio più versioni, una deluxe si compone di un doppio CD con un totale di 25 canzoni.

 

Canzone: Ora

Dicono che è vero che quando si muore poi non ci si vede più
dicono che è vero che ogni grande amore naufraga la sera davanti alla tv
dicono che è vero che ad ogni speranza corrisponde stessa quantità di delusione
dicono che è vero sì ma anche fosse vero non sarebbe giustificazione
per non farlo più, per non farlo più
ora

 
Piattaforma Spotify

 

Piattaforma Grooveshark

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.