L'album della settimana

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Low | Things We Lost In The Fire (2001)

27/09/2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

I Low sono un trio Slowcore nato nel 1993 a Duluth, nel Minnesota, per iniziativa dei coniugi Alan Sparthawk (chitarra e voce) e Mimi Parker (batteria e voce), ai quali si aggiunge successivamente il bassista Steve Garrington. La loro proposta musicale, seppur con qualche lieve variazione sul tema, si muove lungo un percorso fatto di melodie soavi, spesso estatiche, tenute insieme da una larga dose di malinconia e, spesso, vere e proprie tensioni depressive. Le tematiche restano stabili e ben radicate lungo tutta la carriera, spostandosi lievemente nell'ultima parte più verso problemi legati all'interiorità dell'uomo che verso quelli che affliggono la società.

 

Things We Lost In The Fire
Kranky, 2001 – ★★★★

L'ultima traccia di Secret Name indicava già una direzione verso cui la musica dei Low stava tendendo: la lentezza esasperata di un tempo lascia spazio ad atmosfere meno malinconiche, ma più armoniche e palesemente legate al Pop. Che ha un taglio di classe, nei Low, e conduce alla composizione di canzoni vicine alla perfezione, mostrando come non sempre popolare faccia rima con le scorciatoie “di grana grossa”.

 

Canzone: Sunflower

 

Underneath the Star of David
A hundred years behind my eyes
And with my half of the ransom
I bought some sweet, sweet, sweet
Sweet sunflowers
And gave them
To the night

 

Piattaforma Spotify

 

Piattaforma Grooveshark

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.