L'album della settimana

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Serj Tankian | Harakiri (2012)

25/10/2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il temporaneo scioglimento dei System Of A Down dà modo a Serj Tankian (1967) di esprimere tutte le sfumature della sua creatività attraverso una serie di album spesso molto diversi l'uno dall'altro. L'unico filo conduttore restano i testi, incentrati su temi sociali come la salvaguardia dell'ambiente e la malapolitica e sempre collocati dalla parte dei più deboli. Uno dei personaggi più stimolanti e creativi del rock business: al suo attivo anche diverse collaborazioni, colonne sonore e un paio di libri, originali quanto apprezzati.

 

Harakiri
Serjical Strike/Reprise, 2012 – ★★★

Prodotto ancora dallo stesso Tankian, Harakiri è il primo di quattro album che, secondo le dichiarazioni del musicista, usciranno a breve distanza. Rispetto ai precedenti, il disco si distingue per una maggiore immediatezza musicale, fatta di up tempo e ritmi che talvolta si avvicinano al Punk, per lo meno in quanto ad attitudine. Sferzante, grave, ulceroso.

 

Canzone: Ching Chime

Open your eyes don't be this way
Though all your dreams are swept away
The stairs will rise from yesterday
Your tears and fears all melt away

 

Piattaforma Spotify

 

Piattaforma Grooveshark

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.