L'album della settimana

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Daniele Silvestri | S.C.O.T.C.H. (2011)

08/04/2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Romano, con qualche tentativo alle spalle nei gruppi di base, Daniele Silvestri (1968) è un cantautore inventivo e coraggioso. Con Voglia di gridare partecipa a Sanremo Giovani 1994. A maggio 1997 diventa autore, attore e cantante al fianco di Rocco Papaleo per lo spettacolo ‘Rosso fiammante bloccato neve dubbio vetro tesi infinito’. L’anno dopo compone le musiche del film ‘Barbara’. Nel 2000 è tra gli autori delle canzoni di Serendipity della Premiata Forneria Marconi. Bendisposto alle collaborazioni, nel 2012 è in tour con Pino Marino. Silvestri è uno di quelli a cui le ripetute partecipazioni sanremesi non hanno nuociuto.

 

S.C.O.T.C.H.
Sony, 2011 – ★★★★

Un album complesso, poco scontato, diretto e coinvolgente. Con Niccolò Fabi scrive e canta Sornione, Raiz si propone con un Rap in Precario è il mondo, Gino Paoli sta al gioco e partecipa alla divertente La Chatta, Diego Mancino che divide la stesura del testo e del cantato di Acqua che scorre, Pino Marino ai cori di Cos’è sta storia qua e de L’appello, infine le voci recitanti di Peppe Servillo e Andrea Camilleri. Per la parte musicale i Solis String Quartet e Stefano Bollani. Nel mezzo una cover sofferta: Io non mi sento italiano di Gaber.

 

Canzone: Ma che discorsi

E poi con quello che succede 
In una vita come questa 
Forse è meglio se la strada 
Non è proprio quella giusta 
Si, con quello che succede 
Quello che si vede intorno 
Non dobbiamo riconoscere 
La strada del ritorno 
Ad ogni angolo, ogni semaforo che c’è.

 

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.