L'antiburocratese

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

biffare | biffatura

18/06/2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

DISTRETTO 55

DIREZIONE SANITARIA

Via Marittima 3/B - 80056 Ercolano (NA)

Tel. 081/5509652- fax 5509649

 

Addì 16/06/11 alle ore 12,00 si è riunito l’ufficio di coordinamento delle attività distrettuali del Distretto 55 […].

 

La discussione è iniziata sulla circolare del 18/03/11 relativa alla trasmissione per via telematica dei certificati di malattia. In tutti i casi di assenza per malattia, la certificazione medica è inviata per via telematica direttamente all’INPS. In caso di impossibilità all’invio per tale via, la certificazione di malattia può essere rilasciata in forma cartacea; il datore di lavoro, che riceve tale certificazione, comunica alla ASL di riferimento del medico di aver ricevuto la certificazione posto sulla ricetta SSN esclusivamente in caso di prescrizione farmaceutica. Mentre in caso di prescrizione specialistica va biffato solo il campo R , invece nel campo di esenzione della ricetta va posto solo il codice di esenzione nazionale, se presente. Resta inteso che si resta in attesa dell’aggiornamento del software in uso per l’applicazione sistematica della normativa, fermo restante che nel caso che la ricetta venga rilasciata in formato manuale si può già procedere alla biffatura nei casi previsti.

 

Fonte

 

Stendo un velo pietoso sull’italiano – il documento è firmato da cinque medici – e mi attengo al solito compito: biffare non è molto diverso da barrare, sbarrare, contrassegnare, e la biffatura dall’apposizione di una crocetta. Nel passo qui di seguito, segnalato dal bel blog della traduttrice Licia Carbolante (9-10-2011) e tratto da un Manuale d’istruzione on-line per il censimento del 2011, la biffatura funge nientemeno che da glossa. Giunge a chiarimento di simbolo di check, e non indica dunque l’atto ma l’effetto: la suddetta, banalissima crocetta.

 

In questa pagina di riepilogo l’utente ha una nozione visiva dello stato della compilazione. In essa sono riportati, a guida di indice, l’elenco delle quattro aree che compongono il questionario (LISTA A, LISTA B, Sezione I, Sezione II) affiancate da un simbolo di check (o biffatura) che informa se quella parte è stata compilata, nel qual caso il suo colore da bianco diventerà verde.

 

Fonte   

 

***

 

Condividilo con un tweet: Per la burocrazia sono biffare e biffatura. #Dillopiùfacile: barrare, contrassegnare e (apposizione di una) crocetta. http://bit.ly/15DI4zI