Biblioteca Italiana Zanichelli

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Metastasio Pietro (1698-1782). Biografia

30 gennaio 2011
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Pietro Metastasio, nome grecizzato di Pietro Trapassi, nacque a Roma nel 1698. Avendo date precocissime manifestazioni di genio poetico, fu preso da Gian Vincenzo Gravina sotto la sua protezione. Gravina ne curò l’educazione, sia sul versante classico sia su quello filosofico. Trasferitosi con lui prima a Napoli, poi a Scalea, Metastasio potè qui seguire gli insegnamenti del filosofo cartesiano G. Caloprese. Tornato a Roma nel 1714, prese gli ordini minori e cominciò a entrare in contatto con l’ambiente dei musicisti. Il primo suo grande successo fu la cantata Gli orti esperidi, interpretata dalla cantante Marianna Bulgarelli (la "Romanina"), con la quale il poeta intreccerà una lunga relazione. Conosciuti Pergolesi e Scarlatti, iniziò a comporre melodrammi, riscuotendo un enorme successo in tutta Europa. Si trasferì alla corte imperiale di Vienna, dove nel 1730 prese il posto di Apostolo Zeno come poeta cesareo. Il decennio che seguì fu quello del suo massimo splendore artistico. Morì a Vienna nel 1782. Opere:1724 – Pietro Metastasio, Didone abbandonata 1726 – Pietro Metastasio, Siroe 1727 – Pietro Metastasio, Festività del Santo Natale 1728 – Pietro Metastasio, Catone in Utica 1728 – Pietro Metastasio, Ezio 1729 – Pietro Metastasio, Alessandro dell’Indie 1729 – Pietro Metastasio, Semiramide 1730 – Pietro Metastasio, La passione di Gesù Cristo 1730 – Pietro Metastasio, Artaserse 1731 – Pietro Metastasio, Sant’Elena al Calvario 1731 – Pietro Metastasio, Demetrio 1732 – Pietro Metastasio, Issipile 1732 – Pietro Metastasio, Adriano in Siria 1732 – Pietro Metastasio, La morte d’Abel 1733 – Pietro Metastasio, Demofoonte 1733 – Pietro Metastasio, Giuseppe riconosciuto 1733 – Pietro Metastasio, L’Olimpiade 1734 – Pietro Metastasio, Betulia liberata 1734 – Pietro Metastasio, La clemenza di Tito 1735 – Pietro Metastasio, Gioas re di Giuda 1736 – Pietro Metastasio, Ciro riconosciuto 1736 – Pietro Metastasio, Temistocle 1736 – Pietro Metastasio, Achille in Sciro 1740 – Pietro Metastasio, Attilio Regolo 1740 – Pietro Metastasio, Isacco figura del Redentore 1740 – Pietro Metastasio, Zenobia 1744 – Pietro Metastasio, Ipermestra 1744 – Pietro Metastasio, Antigono 1751 – Pietro Metastasio, Il re pastore 1752 – Pietro Metastasio, L’eroe cinese 1756 – Pietro Metastasio, Nitteti 1762 – Pietro Metastasio, Il trionfo di Clelia 1765 – Pietro Metastasio, Romolo ed Ersilia 1771 – Pietro Metastasio, Ruggiero av. 1782 – Pietro Metastasio, Cantate e altre poesie