Biblioteca Italiana Zanichelli

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Biblioteca Italiana Zanichelli

Gottifredi Bartolomeo, Specchio d'amore

Bartolomeo Gottifredi, letterato piacentino nato agli inizi del XVI secolo, amico del Doni e del Domenichi, fu in rapporti con l’Aretino, il Sansovino, il Betussi e gli altri letterati che lavoravano per le tipografie veneziane. Nel dialogo Specchio d’amore una vecchia, Coppina, insegna a una giovane, Maddalena, come conquistare l’uomo che ama. Il modello a

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011

Gozzi Carlo (1720-1806). Biografia

Nacque a Venezia nel 1720. Fondatore, con il fratello Gasparo, dell’Accademia dei Granelleschi nel 1747, divenne a Venezia una delle principali voci del conservatorismo e dell’opposizione alla cultura dell’Illuminismo, e segnatamente alla riforma del teatro proposta da Goldoni. Gozzi contrapponeva alla rappresentazione realistica della società veneziana fatta da Goldoni un teatro di fantasia e di

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011

Guicciardini Francesco (1483-1540). Biografia

Nacque a Firenze nel 1483. Dopo aver esercitato l’avvocatura, iniziò la carriera politica come ambasciatore di Firenze presso Ferdinando il Cattolico. Poi fu governatore di Modena, Parma e Reggio Emilia per conto di Leone X dal 1516 al 1522; luogotenente generale delle truppe pontificie e consigliere di papa Clemente VII nel 1526. La sua fortuna

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011

Gelli Giovan Battista (1498-1563). Biografia

Nacque a Firenze nel 1498. Fu una delle personalità di maggiore spicco della cultura fiorentina intorno alla metà del Cinquecento. Membro dell’Accademia degli Umidi e dell’Accademia Fiorentina, prese posizione a favore del fiorentino vivo nel dibattito sulla lingua, in contrasto con le teorie bembesche. Come autore di commedie non andò molto oltre l’imitazione di Machiavelli.

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011

Giacosa Giuseppe (1847-1906). Biografia

Nacque a Colleretto Parella, oggi Colleretto Giacosa, Torino, nel 1847. Esercitò la professione di giornalista, dirigendo a Milano la rivista «La Lettura». Sensibile all’inclinazione regionale del verismo italiano, pubblicò una raccolta di novelle valdostane. Ma le sue opere più significative sono quelle teatrali. In collaborazione con Illica scrisse i libretti delle più importanti opere di

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011

Giamboni Bono, Libro dei vizi e delle virtudi

Bono Giamboni, giudice fiorentino vissuto all’incirca tra il 1235 e il 1295, fu forse il miglior volgarizzatore duecentesco toscano di opere latine tardo antiche e medievali. Il Libro de’ vizî e delle virtudi è un’opera originale, seppure il suo impianto è debitore in vario modo di Cicerone, Claudiano, Boezio, Prudenzio, Alano da Lilla e altri.

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011

Goldoni Carlo, Giustino

Tragicommedia scritta negli anni tra il 1734 e il 1740, quando l’autore si dedicava al rifacimento di vecchi scenari della commedia dell’arte per la compagnia del teatro San Samuele. L’opera svolge una storia derivata originariamente dallo scrittore greco Procopio: Giustino è un bifolco che per virtù militari riesce a salire sul trono dell’impero romano d’Oriente.

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011

Goldoni Carlo, Artemisia

Artemisia è una tragedia a lieto fine in endecasillabi che tratta la storia dell’antica regina di Caria e le sue vicende d’amore e di lealtà. Su un vago ricordo della Semiramide di Voltaire e della Merope di Scipione Maffei, Goldoni costruì un’opera convenzionale, priva di autentica ispirazione drammatica, che conobbe tuttavia un discreto successo alla

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011

Goldoni Carlo, Gli amanti timidi

Gli amanti timidi è la commedia che il Goldoni ricavò dallo scenario francese Le portrait d’Arlequin, recitato a Parigi con successo il 7 agosto 1764. Il testo giunse a Venezia nel novembre successivo e fu recitato nell’indifferenza generale la sera del 25 gennaio 1765. La commedia si regge sul gioco degli equivoci ed è sostanzialmente

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011

Goldoni Carlo, Belisario

Belisario, generale dell’imperatore Giustiniano, accusato ingiustamente di aver tradito il suo sovrano, è un personaggio ricorrente nel teatro tragico sei-settecentesco, e anche il protagonista di questa tragicommedia di Goldoni. L’opera, rappresentata a Venezia nel 1734 dalla compagnia del teatro San Samuele, conobbe un grande successo di pubblico. Sullo scontro tra innocenza e malvagità si gioca

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011

Goldoni Carlo, Gli amori di Alessandro Magno

Di impianto fortemente romanzesco, Gli amori di Alessandro Magno ricavano il loro argomento da vari scenari e melodrammi precedenti. Rappresentata nel 1759, l’opera non riscosse alcun successo e non venne più ripresa nonostante le scenografie esotiche grandiose del primo allestimento e le continue trovate del testo, tese a movimentare l’azione di un dramma tutto sommato

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011

Goldoni Carlo, Chi la fa l'aspetta

Chi la fa l ‘aspetta fu presentata al pubblico del San Luca con il suggestivo titolo I chiassetti del carneval la sera del 5 gennaio 1765. La commedia, secondo le testimonianze dei contemporanei, non beneficiò di una buona recitazione e questo fu il motivo principale del suo insuccesso, pur essendo ben curati i dialoghi. Ben

Leggi l'articolo Redazioni Lessicografiche Zanichelli 30 gennaio 2011