Biblioteca Italiana Zanichelli

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Metastasio Pietro, Le Azioni sacre e i Melodrammi

30 gennaio 2011
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Azioni sacre Le "azioni sacre" sono forme musicali drammatiche di argomento religioso che venivano eseguite da solisti, coro e orchestra, senza messinscena teatrale. I testi metastasiani drammatizzano episodi del Vecchio e del Nuovo Testamento, con una preferenza per la liturgia della Passione. La maggioranza di esse fu infatti commissionata a Metastasio dall'imperatore Carlo VI per essere eseguita nel corso della settimana santa. MelodrammiApostolo Zeno, Pietro Metastasio e Ranieri de' Calzabigi operarono nel corso del '700 una sorta di riforma sostanziale del melodramma, restituendo dignità poetica al libretto dell'opera seria, dopo che nel corso del Seicento la musica aveva preso decisamente il sopravvento sulle parole, riducendo le funzioni del testo a pura vocalità. Rinasce in questo modo, in pieno clima arcadico, il dramma per musica. Metastasio riuscì a innalzare la qualità della poesia per musica non solo semplificando la complicatezza barocca delle trame; grazie a una prodigiosa capacità versificatoria, riuscì a creare delle continue risonanze musicali all'interno della stessa tessitura verbale, in modo che la parola potesse connettersi intimamente alla musica che l'accompagnava. I soggetti dei melodrammi metastasiani sono quelli tipici del genere, derivati dalla storia antica e dal mito.

Testo di riferimento: Tutte le opere di P. Metastasio, a cura di B. Brunelli, II, Milano, Mondadori, 1947.