Das Wort des Tages

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

wehen

28 maggio 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: wehen



wehen
A itr
1 <haben> (blasen) {BRISE} soffiare, spirare; {WIND} auch tirare; {LUFTZUG} tirare: es weht etw, soffia/spira/tira qc; hier weht immer ein kühles Lüftchen, qui soffia/spira/[c'è] sempre un venticello fresco; draußen weht es ganz schön, fuori c’è parecchio/[spira/tira un bel] vento; von den Bergen weht es eiskalt, dalle montagne spira/soffia/tira un vento gelido
2 <haben> (flattern) {FAHNE} sventolare, garrire lit; {HAARE} svolazzare: die Wimpel wehen im Wind, i gagliardetti sventolano nel vento; mit wehenden Fahnen, a bandiere spiegate
3 <sein> (getragen werden) irgendwohin wehen: etw weht irgendwohin {DUFT, KLANG}, il vento porta qc + compl di luogo; der Duft frischen Heus wehte ins Zimmer, il profumo di erba appena falciata giungeva nella stanza; irgendwohin wehen {BLATT, BRIEF, ZETTEL} volare + compl di luogo; jdm ins Gesicht wehen {WIND}, soffiare in faccia a qu; {SCHNEEFLOCKEN} arrivare in faccia a qu; jdm weht etw in die Nase {DUFT, GERUCH}, qu sente qc
B tr <haben>
(wegtreiben) etw von etw (dat) wehen {LUFTZUG, WIND ZETTEL VOM TISCH} far volare/[spazzare] via qc da qc.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.