Scritture creative

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Scritture raffinate #2

6 ottobre 2011
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Eccoci alla seconda scrittura da raffinare. Questa volta uno studente deve spiegare come funziona un corso universitario, e a un certo punto dice:

Nelle esercitazioni il grado di difficoltà aumenta gradualmente fino ad arrivare agli esercizi più difficili e simili al test finale. Questo è utile per preparare lo studente in modo tale che possa affrontare con successo l’esame.

Avete qualche idea per migliorare questo breve testo? Allora inviateci la vostra proposta usando l’area dei commenti di questo post.

Se è la prima volta che giocate, o se volete rinfrescarvi la memoria, leggete le regole del gioco. Però, attenzione! Abbiamo deciso di accorciare i tempi: il concorso durerà una sola settimana anziché due, quindi avete tempo fino al  13 ottobre per inviare la vostra riscrittura.

Potete anche mandarci una proposta di testo da raffinare (una decina di righe al massimo). Se ci sembrerà adeguatamente grezzo, lo sottoporremo ai lettori del blog in una puntata del gioco. Per inviare i testi da migliorare usate il pulsante che si trova nella colonna a sinistra, sopra l’archivio dei post.

E qui avete il consueto sondaggio.

Il sondaggio

[poll id="8"]

 

 

Commenti | 32 risposte

  1. Buongiorno! Ecco la mia riscrittura:

    Il livello di difficoltà degli esercizi aumenta gradualmente fino a quelli più impegnativi, che simulano il test finale.
    Questa progressione è utile per rendere la preparazione degli studenti adeguata ad affrontare con successo l’esame.

  2. Per preparare lo studente all’esame, il livello di difficoltà delle esercitazioni aumenta gradualmente fino a simulare il test finale.

  3. Il grado di difficoltà delle esercitazioni cresce gradualmente, i primi esercizi saranno quindi semplici, quelli successivi più difficili, fino ad arrivare agli ultimi che saranno simili al test finale. In questo modo lo studente potrà prepararsi all’esame e affrontare con successo la prova.

  4. Il grado di difficoltà delle esercitazioni aumenta gradualmente, fino ad arrivare allo svolgimento degli esercizi più difficili, similari a quelli proposti in occasione del test finale. Tali esercitazioni consentono allo studente di acquisire una preparazione idonea per superare con successo l’esame finale.

  5. Nelle esercitazioni la difficoltà aumenta gradualmente, fino ad arrivare, negli esercizi più difficili, a test simili a quello finale. Questo è utile per preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame.

  6. Nelle esercitazioni la difficoltà aumenta gradualmente fino ad arrivare agli esercizi più complessi e simili al test finale. Questo è utile per preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame.

  7. Cari amici raffinatori,

    sono già arrivate diverse riscritture interessanti. Ricordo a chi non ha letto le regole del concorso che fino alla scadenza non viene pubblicato niente. Continuate a mandare le vostre proposte!

  8. Per preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame il grado di difficoltà delle esercitazioni aumenta gradualmente sino al livello del test finale.

  9. Le esercitazioni hanno un grado di difficoltà crescente e sono via via più simili al test finale. Questa preparazione è utile per lo studente e lo mette in condizione di affrontare con successo l’esame.

  10. Nelle esercitazioni il grado di difficoltà aumenta gradualmente fino ad arrivare agli esercizi più difficili e simili al test finale. Questo è utile per preparare lo studente in modo tale che possa affrontare con successo l’esame.
    Riscrittura:
    Nelle esercitazioni il grado di difficoltà aumenta gradualmente fino ad arrivare agli esercizi più simili al test finale: questo è utile per preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame.

  11. Nelle esercitazioni la difficoltà aumenta gradualmente fino ad arrivare agli esercizi più simili al test finale. Questo è utile per preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame.

  12. Non mi pare male. Forse lo semplificherei solo un po’: “Nelle esercitazioni il grado di difficoltà aumenta gradualmente fino ad arrivare agli esercizi più difficili e simili al test finale. Questo è utile per preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame”

  13. Nelle esercitazioni il grado di difficoltà aumenta progressivamente fino a simulare il test finale. Questo è utile per una preparazione di successo all’esame.

  14. Nel corso delle esercitazioni, affinchè lo studente possa affrontare al meglio l’esame finale,che contiene gli esercizi più complessi, vengono proposte prove di graduale difficoltà.

  15. La difficoltà delle esercitazioni aumenta gradualmente, fino ad arrivare allo stesso livello della prova finale. Questo è utile per preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame.

  16. Nelle esercitazioni il livello di difficoltà aumenta gradualmente, fino ad arrivare agli esercizi più complessi e simili al test finale. In questo modo lo studente si può preparare ad affrontare l’esame con successo.

  17. D’accordo, tutti bravi a proporre riscritture.

    Ma nessuno si sbilancia a elencare le piccole magagne del testo?

  18. Come inizio, senz’altro un plauso per l’aiuto che date nell’indossare l’amata lingua italiana con tutta l’eleganza possibile.

    Si possano notare le ripetizioni:

    grado – gradualmente
    difficoltà – difficili

    Inoltre non è facilmente deducibile a cosa possa riferirsi il soggetto “questo” della seconda frase, potendosi accostare a uno dei seguenti:
    esercitazioni
    grado
    l’aumento graduale
    test finale

    Il raffinamento deve tener conto del senso: qual è il messaggio che si vuole lasciare a chi legge? A quale aspetto si cerca di dare importanza?

    Ancora una nota:
    chi è il fruitore delle spiegazioni dello studente universitario? Il mezzo vincola l’espressione, in quanto raccontare a voce o per iscritto comporta una costruzione stilistica appropriata.

    Una proposta:

    Le esercitazioni, che hanno un grado di difficoltà crescente fino a giungere a test simili a quello finale, aiutano lo studente ad affrontare con successo l’esame.

    Grazie e al prossimo raffinamento.
    Ciao, Fabio

  19. La difficoltà delle esercitazioni aumenta gradualmente fino ad arrivare a test più difficili, simili a quello finale. Questa progressione è utile per preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame.

  20. Nelle esercitazioni il grado di difficoltà aumenta progressivamente fino ad arrivare ad una simulazione del test finale. Ciò risulta utile per lo studente che può così affrontare con successo l’esame.

  21. Elenco le magagme. Manca qualche virgola, non mi piace la ripetizione ‘grado’-'gradualmente’, non sopporto il periodo che inizia con pronome o aggettivo dimostrativo.

    Correggerei molto poco, ma correggerei:

    Nelle esercitazioni, il livello di difficoltà aumenta gradualmente, fino ad arrivare agli esercizi più difficili e simili al test finale, in modo da preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame.

    Una correzione un po’ più severa toglierebbe la preposizione eufonica (che ho riutilizzato io stessa nella correzione per uniformità al testo originale) che trovo old fashioned e semplificherebbe il finale, dato il tono senza pretese del testo originale:

    Nelle esercitazioni, il livello di difficoltà aumenta gradualmente, fino a arrivare agli esercizi più difficili e simili al test finale, per preparare lo studente a superare l’esame.

  22. Al fine di ben preparare lo studente all’esame finale, la difficoltà nelle esercitazioni aumenterà con gradualità fino a raggiungere quella dell’esame stesso

  23. Il grado di difficoltà delle esercitazioni aumenta gradualmente con esercizi sempre più complessi e simili a quelli che verranno proposti nel test finale. In questo modo lo studente si preparerà a superare con successo l’esame finale.

  24. Nella prima frase ci sono diverse parole “doppie” (esercitazioni-esercizi, grado-gradualmente, difficoltà-difficili). In questo caso le ripetizioni non sono volute e dunque suonano fastidiose, meglio evitarle.

    Nella seconda frase non rilevo errori veri e propri, è il ritmo che si inceppa nel dire cose ovvie: quel “in modo tale che possa” è superfluo, così come “con successo” (il concetto è già implicito in “utile” e “preparare”; eventualmente si può compensare la sua cancellazione rafforzando “utile” con “molto utile”). Infine può avere senso esplicitare il “questo” iniziale, anche a costo di una ripetizione chiarificatrice.

    Di seguito la mia proposta.

    Nelle esercitazioni il grado di difficoltà aumenta progressivamente: le ultime, più complesse, sono simili al test finale. Le esercitazioni così strutturate sono molto utili per preparare lo studente all’esame.

  25. Nelle esercitazioni la difficoltà aumenta gradualmente fino ad arrivare agli esercizi simili al test finale. Questo è utile per preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame.

    Commento: nel testo proposto ci sono due ripetizioni dello stesso concetto (grado – gradualmente e difficoltà – difficili) che vanno eliminate. Per la seconda frase propongo una semplificazione.

  26. Riscrittura:
    Per preparare lo studente ad affrontare l’esame con successo, il grado di difficoltà delle esercitazioni aumenta fino al livello del test finale.

    Commento:
    nel primo periodo occorre eliminare alcuni concetti ripetuti:’gradualmente’ e ‘grado di difficoltà’, ‘esercitazioni’ e ‘esercizi’. Nel secondo periodo ‘in modo tale che’ è una ridondanza facilmente sacrificabile e suona meglio far seguire ‘affrontare’ dal complemento oggetto ‘l’esame’. Ho preferito unire i due periodi, sufficientemente brevi per dare scorrevolezza al periodo.

  27. La difficoltà delle esercitazioni aumenta gradualmente fino ad arrivare a quelle più difficili e simili al test finale. Questo è utile per preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame.

  28. Nelle esercitazioni il grado di difficoltà aumenta progressivamente con esercizi più difficili e simili al test finale per preparare lo studente ad affrontare con successo l’esame.

    Ho sostituito “gradualmente” con “progressivamente” perché precedentemente è stato usato “grado” e quindi sarebbe risultato cacofonico ed ho unito le due proposizioni per rendere ancora più agile il discorso.

  29. Magagne del testo dici, mmm…
    Come votato nel sondaggio non mi sembra un testo errato, ma nemmeno elegante. La parte che mi pare necessiti di revisione, in diverse parti di questo testo, riguarda la consequenzialità degli eventi.
    PRIMO: l’autore-studente dopo l’affermazione “Nelle esercitazioni il grado di difficoltà aumenta gradualmente” pone una spiegazione che però non è completa: “fino a” qualche cosa dovrebbe presupporre un “da qualche cosa”, o comunque un tragitto di azioni che porta “fino a”.
    La seconda parte inizia con Questo. Questo cosa, gli esercizi più difficili simili al test d’esame? o questo metodo?
    Inoltre il metodo sarà utile alla preparazione o ad ottenere un successo assicurato, a mio parere va posto l’accento sulla utilità del metodo alla preparazione dell’esame, che poi avrà come conseguenza definitiva la buona riuscita dell’esame.
    P.S. La mia riscrittura l’ho inviata qualche giorno fa da questo stesso indirizzo.

  30. La seconda puntata di Scritture Raffinate si è conclusa. Grazie a tutti per la partecipazione.

  31. Pingback: Scritture raffinate #2: chi ha vinto | Dizionario di stile | Zanichelli Dizionari più

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.