Scritture creative

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Scuole di Scrittura #5: Lalineascritta

13 luglio 2012
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

 

lineascritta - laboratorioEra il gennaio 2004 quando entrai a far parte del gruppo di scrittura del Primo Livello all’interno dei laboratori di scrittura creativa diretti da Antonella Cilento. Ricordo il primo esercizio, la presentazione di un personaggio in terza persona, il divertimento di inventare con assoluta libertà e l’emozione di leggere ad alta voce aspettando le reazione di Antonella e degli altri.
Non è facile far comprendere ciò che avviene dentro i gruppi di scrittura creativa; vi si verificano speciali alchimie, correnti energetiche profonde perché tutto il lavoro di laboratorio tende a riversare i fantasmi che ciascuno di noi si porta e di tracciare i ponti di passaggio di questi fantasmi in forma narrativa. Le tecniche di narrazione, gli approfondimenti sui generi letterari, la miriade di impulsi e stimoli di lettura di ogni genere che provengono dal laboratorio e ci ritornano come in un circolo di esperienze feconde, sono il mezzo, mai fine a se stesso, di un’indagine di verità, la verità irripetibile di ciascuno, che ciascuno, con libertà, è chiamato a ricreare nell’arte. La partecipazione ai laboratori significa anche inghiottire bocconi amari, quando arrivano critiche o vere e proprie stroncature (come è avvenuto del mio primo esperimento di romanzo … ). Se non ci si arma di una buona dose di umiltà e determinazione, il laboratorio non potrà mai servire a nulla.
Dalle esperienze del laboratorio, dal confronto con gli altri, dalla verifica costante con Antonella Cilento,è nato “L’amore assente”, romanzo con cui sono stato segnalato alla XXIII edizione del Premio Italo Calvino (2010). Dopo una piuttosto radicale riscrittura, il romanzo è partito per le case editrici fino a che ha trovato … casa in “E/O” ed uscirà il 24 ottobre 2012 nella collezione “Sabotage” diretta da Massimo Carlotto, con il titolo “Non passare per il sangue”. Il romanzo, in parte autobiografico, svolge l’intreccio tra due storie di ricordi che si fronteggiano nel presente.  Se un amore omosessuale non passa per il sangue, si può dare una vita autentica che non risponda necessariamente alle leggi della riproduzione biologica? Se ho potuto dare una risposta in forma di romanzo a questa domanda, è solo grazie all’intensità del percorso vissuto negli anni di laboratorio a “Lalineascritta” e alle idee che sono uscite fuori dagli esercizi di scrittura accumulatisi negli anni.  Nei laboratori, forse, non si impara ad essere scrittori. Ma due cose fondamentali, però, si imparano: a non pensare che sia facile diventarlo e a sperimentare che solo scavando profondamente, senza paura del dolore e senza sostegni anestetici, è possibile, almeno, tentare di passare dal silenzio ad una Parola Vera.

© Eduardo Savarese *


* Nato nel 1979, vive a Napoli, è magistrato e con il suo primo romanzo inedito, L'amore assente, è stato segnalato dal Premio Calvino ediz. 2010. Il romanzo con il titolo "Non passare per il sangue" uscirà per e/o il 24 ottobre 2012. Con il laboratorio Lalineascritta ha pubblicato il racconto "Cicatrici" nella raccolta di racconti "La città difficile" (ed. Ippogrifo, 2006). E' arrivato finalista al premio Arturo Loria 2007 con il racconto "Il rumore dei tacchi", pubblicato unitamente agli altri nove finalisti, nella raccolta di racconti "Un tappo nelle nuvole ed altri racconti" (AMP, 2007).

Commenti | Una risposta

  1. É esattamente ciò che ho provato io quando ho partecipato al laboratorio di Antonella. Un’emozione indescrivibile! É stato come scoprire il “nuovo mondo” di se stessi. Grazie

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.