Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Draquila – L’Italia che trema

19 luglio 2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su La7 ore 22:20, il Morandini vi consiglia: Draquila - L'Italia che trema


Draquila - L'Italia che tremaIt. 2010GENERE: Doc. DURATA: 93′CRITICA: 3,5 PUBBLICO: 4REGIA: Sabina Guzzanti
Si può fare un film grave nei contenuti e leggero nella forma? Ricco di informazioni, molto parlato e non noioso? Doloroso e divertente? Un documentario che è anche un documento? Un film d'autore – coprodotto, scritto, diretto, interpretato da una donna intelligente – che tutto è, ma non narcisista? Un film su una sciagura naturale (annunciata: il terremoto del 6 aprile 2009 all'Aquila) che si trasforma in un'analisi sociopolitica dell'Italia del 2000? Un film che risponde ai fatti con i fatti come dovrebbe fare un giornalismo libero e competente? Un film che preoccupa i potenti presi di mira (Berlusconi, Bertolaso & Co.) non per il successo in Italia (l'hanno visto quelli che già non votano per loro), ma per le eventuali vendite all'estero? Sono domande alle quali dà risposta affermativa la Guzzanti. Qualcosa di sgomentante: un popolo contro sé stesso. Una Protezione Civile diventata una sorta di Stato parallelo in mano alla Presidenza del Consiglio con licenza di spendere, assumere senza concorsi, in deroga alle leggi, autorizzare costruzioni abusive, elargire fondi extra al Vaticano. La Guzzanti ha lavorato con l'aiuto di Clelio Benevento (montaggio), Mario Amura e Clarissa Cappellani (fotografia), Erwan Kerzanet (fonico), Sergio Gazzo (grafica/animazione), Riccardo Giagni e Maurizio Rizzuto (musiche) e tanti altri. BIM distribuisce.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.