Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

7 Days in Havana

6 agosto 2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su la effe ore 21:40, il Morandini vi consiglia: 7 Days in Havana

7 Days in Havana7 días en La HabanaFr.-Sp. 2011GENERE: Ep. DURATA: 129′ VISIONE CONSIGLIATA: GCRITICA: 3 PUBBLICO: 3REGIA: Benicio Del Toro, Pablo Trapero, Elia Suleiman, Julio Medem, Gaspar Noé, Juan Carlos Tabío, Laurent Cantet
L'ideatore del film è Leonardo Padura, giornalista/scrittore di Cuba, che ha invitato 7 registi a fare un corto di 15 minuti circa che decostruisca, o rinnovi, gli stereotipi sulla sua capitale. “El Yuma” (di Del Toro, esordiente alla regia) racconta di un giovane yankee che fa cilecca con ogni ragazza che incontra: Yuma, nomignolo beffardo dei turisti USA, diventa una gag linguistica divertente. “Jam Session” (dell'argentino Trapero) punta sulla presenza del regista serbo Emir Kusturica che, invitato a ricevere un premio, si trova a suo agio solo col suo autista, provetto trombettista di jazz. “Diary of a Beginner” (del palestinese Suleiman) è forse il più riuscito, sicuramente il più divertente: il suo stile narrativo, ispirato a Keaton e Tati, gli permette di non dire mai una parola. “La tentación de Cecilia” (dello spagnolo Julio Medem) è il ritratto di una bella ragazza di sangue misto, costretta a una scelta: andare in Spagna con un impresario/corteggiatore o rimanere a Cuba col fidanzato nero, giocatore di baseball in crisi. “Ritual” (di Gaspar Noé, argentino esiliato in Francia): i genitori di un'adolescente scoprono che è lesbica e la sottopongono a un esorcismo notturno; più velleitario che ambizioso nella sua cupezza. “Dulce amargo” (del cubano Tabío) fa perno su una psicologa che ha un programma TV, ma che è pure un'ottima cuoca di dolci e riceve una proposta da un cliente molto speciale. “La fuente” (del francese Cantet) si azzarda nei toni di una bizzarra commedia col ritratto di un'anziana e autoritaria sacerdotessa della santeria cubana che riceve ordini dalla statua della Madonna.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.