Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Carne tremula / La teta y la luna

16 settembre 2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Iris ore 21:05, il Morandini vi consiglia: Carne tremula


Carne tremulaCarne trémulaSp. 1997GENERE: Grott. DURATA: 100′ VISIONE CONSIGLIATA: GCRITICA: 4 PUBBLICO: 3REGIA: Pedro AlmodóvarATTORI: Javier Bardem, Francesca Neri, Liberto Rabal, Angela Molina, José Sancho, Penélope Cruz, Pilar Bardem, Álex Angulo
Cinque personaggi e una città, Madrid, che è il 6° personaggio. Nel 1990, vent'anni dopo essere avventurosamente nato su un autobus nella capitale deserta per il Natale, Victor (Rabal) s'innamora della ricca, viziata e tossica Elena (Neri) e ingiustamente finisce in prigione per aver ridotto a paraplegico con una revolverata il poliziotto David (Bardem), in realtà ferito dal suo collega Sancho (J. Sancho). Scarcerato dopo 4 anni, Victor diventa prima l'amante di Clara (Molina), moglie di Sancho, e poi di Elena, rinsavita e moglie di David. Sancho uccide Clara e si suicida. David emigra. A Natale Elena, incinta di Victor, ha le doglie. Opus n° 12 di P. Almodóvar, è un film maturo e complesso, attraversato da uno humour nero alla Buñuel (esplicitamente citato con immagini di Estasi di un delitto). Cinemascope molto fisico e palpitante (che è la corretta traduzione del “trémula” originale) nella messinscena del piacere sessuale condiviso, è un melodramma geometrico che svaria dalla commedia alla tragedia, dal grottesco al noir, cromaticamente dominato dal rosso, ricco d'invenzioni e recitato benissimo, con una dimensione politica inedita nel regista. Liberamente ispirato al romanzo Live Flesh di Ruth Rendell.
AUTORE LETTERARIO: Ruth Rendell


Questa sera, su Iris ore 22:55, il Morandini vi consiglia: La teta y la luna


La teta y la lunaLa teta y la lunaSp.-Fr. 1994GENERE: Comm. DURATA: 92′ VISIONE CONSIGLIATA: GCRITICA: 2,5 PUBBLICO: 3REGIA: Juan José Bigas LunaATTORI: Mathilda May, Gérard Darmon, Biel Duran, Miguel Poveda, Abel Folk
Titolo originale catalano: La teta i la lluna. Tre maschi – un petomane, un casteller e un anxaneta – sono innamorati della stessa donna, la ballerina francese Estrellita (May). Il primo (Darmon) è il marito impotente; il secondo (Poveda) è il componente di un gruppo che forma piramidi umane, esercizio tradizionale di Catalogna; il terzo (B. Duran) è il ragazzino che scala la piramide fino alla cima: ha nove anni e, geloso del fratellino neonato, agogna alle belle tette di Estrellita. È probabilmente il 1° film nella storia del cinema, porno esclusi, che ha nel titolo la parola “tetta”. Opus n.10 di Bigas Luna: non è uno dei migliori, ma il più solare e gaio almeno fin quando nell'ultima mezz'ora va in tilt. Folclore catalano, erotismo regressivo, fellinismo di riporto con omaggi a Federico e a Berlanga. Girato a Tarragona e nei quartieri litoranei di Barcellona.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.