Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Giù al Nord

6 febbraio 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Canale 5 ore 21:10, il Morandini vi consiglia: Giù al Nord


Giù al NordBienvenue chez les Ch'tisFr. 2008GENERE: Comm. DURATA: 106′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 2,5 PUBBLICO: 5REGIA: Dany BoonATTORI: Kad Merad, Dany Boon, Zoé Félix, Anne Marvin, Michel Galabru
È il più grande successo nella storia del cinema francese: in Francia chiamò 21 milioni di spettatori superando il record di incassi di Tre uomini in fuga (1966). Per punizione, Philippe, direttore di un ufficio postale ad Aix-en-Provence è trasferito in quello di Bergues, a pochi km dal confine belga. Nell'immaginario suo e di sua moglie, vi fa un freddo cane, piove sempre e si parla un francese incomprensibile. Philippe, invece, si adatta, incontra gente cordiale e generosa, fa amicizia con i suoi impiegati e soprattutto con Antoine, portalettere mammone e campanaro incline alle sbronze. E nei suoi periodici ritorni a casa mente alla moglie, che lo coccola convinta che stia soffrendo in un paese di barbari. Scritta dall'attore-regista con A. Charlot e F. Magnier, condensa i pregiudizi stereotipati sul Nord per smentirli e ribaltarli, coniugando la comicità con la tenerezza, la risata col sorriso e la commozione. Il retroterra è la difesa della cultura d'origine e il dovere di accettare il diverso. Di padre algerino, Boon ha scelto un attore arabo per il personaggio di Philippe, cui ha dato un cognome ebraico. Improbo il lavoro di traduzione e doppiaggio, il risultato è dignitoso. Il titolo italiano è un prestito da un felice spettacolo di Antonio Albanese. Remake italiano: Benvenuti al Sud (2010) di L. Miniero.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.