Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Napoleon Dynamite

16 marzo 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su MTV ore 21:10, il Morandini vi consiglia: Napoleon Dynamite

Napoleon DynamiteNapoleon DynamiteUSA 2004GENERE: Comm. DURATA: 90′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3,5 PUBBLICO: 2REGIA: Jared HessATTORI: Jon Heder, Jon Gries, Aaron Ruell, Efren Ramirez, Tina Majorino, Diedrich Bader, Haylie Duff, Sandy Martin
Alla minoranza di cittadini che sostengono lo slow food, ballano lo slow e il valzer lento, al cinema non confondono la lentezza con la noia, sanno che in amore la lentezza può essere un piacere, persino un'avventura, e si sono divertiti a leggere La scoperta della lentezza di Sten Nadolny, a loro si consiglia quest'opera prima di Hess, scritta con la moglie Jerusha: una delle sue virtù è la flemma. Ambientata nell'agricola Preston (Idaho) – dove nacque Hess – è una commedia fuori moda, quieta e pungente, imparentata col teatro dell'assurdo. Al centro ha Napoleon (Heder), così timido da parlare spesso a occhi chiusi. La sua buffoneria nasce dall'impassibilità. È passivo e goffo fuori, intelligente e reattivo dentro, un po' secchione ma capace di esibirsi in un assolo ballettistico con cui fa vincere a sorpresa le elezioni scolastiche al suo amico messicano Pedro. Alimentano la leggera brezza di follia pacata molte figure di contorno (tutta la stramba famiglia di Napoleon e un lama rissoso), gli oggetti rétro, le corse dei fuoristrada sulle dune, le gare dei Future Farmers of America. E i titoli di testa commestibili. Unico torto: è così ricco di idee e di gag che ci si diverte di più a rivederlo. Costo: 400 000 dollari. Doppiaggio italiano inadatto. Premiato più volte in USA.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.