Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Io non sono qui

1 aprile 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Rai5 ore 21:15, il Morandini vi consiglia: Io non sono qui


Io non sono quiI'm Not ThereUSA-Germ. 2007GENERE: Sperim. DURATA: 135′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3,5 PUBBLICO: 3REGIA: Todd HaynesATTORI: Christian Bale, Cate Blanchett, Richard Gere, Heath Ledger, Charlotte Gainsbourg, Julianne Moore, Marcus Carl Franklin, Ben Whishaw, Bruce Greenwood, Bob Dylan
Nella scelta di T. Haynes di scomporre Bob Dylan (Robert Zimmermann, 1941) – uno dei più notevoli talenti musicali del secondo '900 – in 7 alter ego, affidati a 6 interpreti, rifiutando le regole del cinema biografico, l'etica e l'estetica sono inseparabili. In altalena tra vita e musica, il film si muove tra gli anni '50 e l'inizio dei '70: 1) Woody, ragazzino nero nomade che adora Woodie Guthrie; 2) Jack Rollins, folk-singer celebre per le sue canzoni di protesta all'inizio degli anni '60; 3) Jude Quinn, rockstar mondana; 4) John Rollins, cantante predicatore che si converte al cristianesimo; 5) Robbie, attore donnaiolo che ha una storia tormentata con una pittrice famosa; 6) Arthur, poeta che cita Rimbaud; 7) Billy the Kid, cowboy nostalgico di mezza età e nemico di Pat Garrett, mordace critico musicale. 7 personaggi in cerca di cantautore: quella che rimane nella memoria è la straordinaria Blanchett che si meritò la Coppa Volpi a Venezia 2007, ma sono altrettanto significative le figure di Ledger (l'attore) e di Gere (il cowboy). Rimane il sospetto di un esercizio di stile per la sua struttura labirintica nel gioco delle rifrazioni: come è accaduto nella realtà, appare impervio per i non esperti di Dylan ed estraneo ai competenti. La giuria di Venezia 2007 gli conferì anche un Leone d'argento.

BOB DYLAN - Scheda monografica


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.