Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

I diari della motocicletta

11 aprile 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Laeffe ore 21:10, il Morandini vi consiglia: I diari della motocicletta


I diari della motociclettaDiarios de motocicletaUSA-Mex.-Cuba 2004GENERE: Avv. DURATA: 128′ VISIONE CONSIGLIATA: RAG.CRITICA: 3 PUBBLICO: 4REGIA: Walter SallesATTORI: Gael García Bernal, Rodrigo De la Serna, Mia Maestro, Gustavo Bueno, Mercedes Morán, Jean Pierre Noher
Alla fine del 1951 un ventitreenne borghese argentino – Ernesto Guevara de la Serna, laureando in medicina e asmatico – e un amico ventinovenne di Cordoba – Alberto Granado, biochimico e sottaniere – partono da Buenos Aires su una Norton 500 del 1939 detta “La poderosa” per un viaggio attraverso l'America Latina. Abbandonata la moto scassata, proseguono a piedi, in autostop, in zattera e, dopo otto mesi e 12.245 km, arrivano a Caracas. Il film cresce di intensità e rivela la sua natura di racconto di formazione dopo l'abbandono della Norton. Prima è illustrativo, aneddotico, sorridente. In Perù avviene la vera scoperta dell'America Latina, che Guevara vorrebbe riunita nel futuro in un'unica federazione. L'esperienza più significativa è nel lungo soggiorno in un lebbrosario amazzonico: Ernesto v'impara che condividere è toccare il reale. Salles cerca da sempre di fare un cinema d'autore con solidi agganci ai codici narrativi di Hollywood. Qui ci riesce nella guida degli attori e nell'uso del paesaggio (fotografia: Eric Gautier). Scritto da José Rivera, basandosi su Notas de viaje di E. Che Guevara e Con el Che por America Latina di A. Granado, da anni residente a Cuba, che appare in primo piano alla fine. 8 nomi di produttori tra cui Robert Redford e supervisione artistica di Gianni Minà. La voce italiana del bello e pensoso G.G. Bernal è di Massimiliano Alto. Oscar per la canzone “El otro lado del río” dell'uruguaiano Jorge Drexler, 1ª canzone in lingua spagnola premiata dall'Academy. Successo internazionale.
AUTORE LETTERARIO: Ernesto Che Guevara, Alberto Granado


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.