Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Che – Guerriglia

2 maggio 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Laeffe ore 21:10, il Morandini vi consiglia: Che - Guerriglia


Che - GuerrigliaChe - Part TwoFr.-Sp.-USA 2008GENERE: Stor. DURATA: 131′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3,5 PUBBLICO: 2REGIA: Steven SoderberghATTORI: Benicio Del Toro, Julia Ormond, Rodrigo Santoro, Demián Bichir
Sembra quasi un altro film. Intanto è cronologicamente lineare. Comincia il 13-10-1965, con Fidel Castro che legge in TV la lettera di congedo di Guevara; prosegue con i 341 giorni in Bolivia, fino a quando, malato e ferito, viene catturato e assassinato dai militari boliviani. Basato sul suo Diario della rivoluzione in Bolivia, sceneggiato da Peter Buchman e A. Van der Veen (con il regista che qui firma, come Peter Andrews, la fotografia), è un film malinconico che scarta l'ideologia e rinuncia all'epica. Pur tatticamente attendibile, è la storia di un fallimento. Non appoggiato dal partito comunista, circondato da compagni poco motivati e male organizzati, osteggiato dai campesinos impauriti e succubi della propaganda di un governo dittatoriale e corrotto, l'argentino Che è un antieroe di ammirevole tempra morale che, non soltanto come medico, pratica l'amore e il rispetto per il prossimo. Non è soltanto un uomo solo: rimane un diverso, in Bolivia come lo era stato a Cuba. Nella guida incerta dei suoi fedeli, cubani e non, si riflette la consapevolezza di un errore: sperare in una rivoluzione fu il frutto di una pessima strategia, nata dalla disinformazione. Soderbergh chiude il racconto in diminuendo, per sottrazione. Le ultime immagini sono un rapido flashback della nave che sul mare dei Caraibi va verso Cuba con il Che che dà un'occhiata a Fidel.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.