Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

La ragazza del lago

2 luglio 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Iris ore 21:00, il Morandini vi consiglia: La ragazza del lago


La ragazza del lagoIt. 2007GENERE: Poliz. DURATA: 95′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3 PUBBLICO: 4REGIA: Andrea MolaioliATTORI: Toni Servillo, Nello Mascia, Marco Baliani, Giulia Michelini, Franco Ravera, Anna Bonaiuto, Omero Antonutti, Fabrizio Gifuni, Valeria Golino
In riva a un lago di montagna (Fusine, alto Friuli) c'è il cadavere nudo di una bella ragazza che abita in un paese vicino. Arriva il commissario Sanzio, da poco trasferito lì, e comincia le difficili indagini: il movente è sconosciuto, i sospetti sono almeno una dozzina. È un giallo dove le ragioni del delitto sono più forti del delitto stesso. Prodotto dalla benemerita Indigo per Medusa, è tratto dal romanzo Don't Look Back (Lo sguardo di uno sconosciuto, 2003) della norvegese Karim Fossum, molto tradotta. Con finezza l'ha adattato Sandro Petraglia. Alla Settimana della Critica di Venezia 2007 (2 premi) quest'opera prima fu sbrigata da molti come un poliziesco ben fatto e nulla più (come se fosse facile farlo). Finale debole? Conta il percorso dell'indagine più che lo scioglimento. E i personaggi: oltre al commissario di un infallibile Servillo sotto tono, molti di loro hanno un retroterra di dolore o un problema. Bastano due o tre brevi scene per disegnarli. Petraglia e Molaioli preferiscono suggerire più che sottolineare o denunciare. Come fanno con l'ambiente di provincia. Forse sanno che il legno storto della storia dell'umanità paesana non è peggiore di quella metropolitana. Soltanto diversa. Musiche di Teho Teardo. 10 David di Donatello tra cui quelli per il miglior film e il miglior esordio. Esagerati. 3 Nastri d'argento, 4 Ciak d'oro, 2 Globi d'oro, 40 festival internazionali, molto venduto all'estero.
AUTORE LETTERARIO: Karim Fossum


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.