Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Agorà

14 agosto 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su RaiMovie ore 21:15, il Morandini vi consiglia: Agorà

AgoràAgoraSp. 2009GENERE: Stor. DURATA: 124′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 2,5 PUBBLICO: 3REGIA: Alejandro AmenábarATTORI: Rachel Weisz, Max Minghella, Oscar Isaac, Ashraf Barhom, Michael Lonsdale
Protagonista assoluta di Agorà (= piazza, assemblea) è Ipazia (375?-414 d.C.), celebre filosofa neoplatonica, matematica e astronoma, inventrice del planisfero e dell'astrolabio in Alessandria d'Egitto. Nel marzo 414 fu linciata da una folla di cristiani fanatici, seguaci del vescovo Cirillo. In Declino e caduta dell'impero romano, lo storico Gibbons scrive che la sua uccisione resta “una macchia indelebile” sul cristianesimo. Cirillo fu proclamato santo e dottore della Chiesa nel 1882 da papa Leone XIII. Soprattutto nel '900 Ipazia divenne simbolo anche della provata capacità delle donne di saper pensare e addirittura eccellere nelle scienze matematiche. Scritto e diretto da Amenábar, prodotto ad alto costo con buoni incassi in Spagna, girato a Malta. È un film nobile nei contenuti, ibrido nella forma, più gonfio che solido nella struttura, storicamente poco attendibile, diretto con perizia e scritto male, specialmente nei personaggi: la Weisz/Ipazia è bella e luminosa, sempre giovane e molto astronoma (per mostrare spesso il firmamento stellato). Ma è monocorde se non schematica come gli altri. Solo il prefetto Orazio ha una profondità drammatica.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.