Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Io non ho paura

19 dicembre 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Tv 2000 ore 21:00, il Morandini vi consiglia: Io non ho paura


Io non ho pauraIt.-Sp.-GB 2003GENERE: Dramm. DURATA: 108′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 4 PUBBLICO: 3REGIA: Gabriele SalvatoresATTORI: Giuseppe Cristiano, Mattia Di Pierro, Diego Abatantuono, Dino Abbrescia, Giorgio Careccia, Aitana Sánchez-Gijón, Giuseppe Bocchino
Estate 1978, sull'altopiano delle Murge (Puglia). Vicino a un casale dismesso una botola copre una cavità dov'è incatenato il bambino Filippo. A scoprirlo per caso è Michele, dieci anni come lui, che abita in un piccolo borgo vicino. L'aiuta, lo nutre, se lo fa amico. Non capisce perché sia lì, ma intuisce che non deve parlarne con nessuno. Prima di scoprire l'atroce verità, deve fare i conti con i genitori, il mondo degli adulti, il tradimento, il sangue. E la paura. Dal romanzo (1998, più di 1 milione di copie vendute) di Niccolò Ammaniti che l'ha adattato con Francesca Marciano, Salvatores ha fatto il suo miglior film in assoluto: fiabesco e realistico, lineare e complesso; thriller di suspense e dramma di scavo psicologico col cine-occhio che coincide con quello degli infantili protagonisti; un paesaggio – un deserto di grano, giallo abbagliante nella calura – che è molto fisico, ma anche un luogo mentale; una struttura visiva e metaforica a tre livelli: aereo, terrestre e sotterraneo (utero e sepoltura); due mondi a confronto, incomprensibili l'uno per l'altro; un compatto sottotesto etico in cui la solidarietà, la pietas, la simpatia, la scoperta del diverso da sé sconfiggono la paura, le remore familiari, i condizionamenti sociali e impongono una scelta, anche a costo della vita. È, infatti, un racconto di formazione. David per la fotografia a Italo Petriccione. Musiche (quartetto d'archi) di Ezio Bosso.
AUTORE LETTERARIO: Niccolò Ammaniti


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.