Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Balto / C’eravamo tanto amati

29 dicembre 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Boing ore 20:00, il Morandini vi consiglia: Balto


BaltoBaltoUSA-GB 1995GENERE: Anim. DURATA: 77′ VISIONE CONSIGLIATA: RAG.CRITICA: 3 PUBBLICO: 2REGIA: Simon WellsATTORI: Miriam Margoyles, Lola Bates-Campbell
Mezzo cane e mezzo lupo, Balto guida nell'inverno del 1925 una slitta che porta medicinali ai bambini della cittadina di Nome, colpiti da un'epidemia di difterite. Con un prologo e un epilogo dal vero, è un cartoon prodotto da S. Spielberg che rievoca una storia vera con un gradevole cocktail di azione, suspense, intermezzi comici. Grafica elegante di tradizionale antropomorfismo, montaggio efficace. Ebbe 2 seguiti, destinati al piccolo schermo.


Questa sera, su RaiStoria ore 21:30, il Morandini vi consiglia: C'eravamo tanto amati


C'eravamo tanto amatiIt. 1974GENERE: Comm. DURATA: 121′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3,5 PUBBLICO: 5REGIA: Ettore ScolaATTORI: Nino Manfredi, Vittorio Gassman, Stefano Satta Flores, Stefania Sandrelli, Giovanna Ralli, Aldo Fabrizi, Ugo Gregoretti, Mike Bongiorno, Marcello Mastroianni, Federico Fellini
Trent'anni di vita italiana, dal 1945 al 1974, attraverso le vicende di tre amici ex partigiani: un portantino comunista (Manfredi), un intellettuale cinefilo di provincia (Satta Flores) e un borghese arricchito (Gassman). S'incontrano a varie riprese, rievocando speranze deluse, ideali traditi, rivoluzioni mancate. Rapsodia generazionale turgida e sincera, poco rigorosa ma appassionata, lamentosa e qua e là graffiante, armonizzata “sul registro di un malinconico ma efficace umorismo critico” (R. Ellero), dove l'amarezza di fondo si stempera in toni crepuscolari. Tutti bravi e registrati a dovere gli interpreti, compreso il compianto Satta Flores (1937-85). Scritto da E. Scola con Age & Scarpelli, dedicato a Vittorio De Sica (1901-74) che non fece in tempo a vederlo. Fu un calibrato film-epitaffio in sintonia con i tempi e i gusti del pubblico, con una sapiente costruzione narrativa fatta di morbide sconnessioni temporali e non priva di una quieta stilizzazione teatrale. Pioggia di premi italiani, francesi e sovietici.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.