Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Cars – Motori ruggenti / Cars 2 3D

3 gennaio 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Rai3 ore 20:15, il Morandini vi consiglia: Cars - Motori ruggenti

Cars - Motori ruggentiCarsUSA 2006GENERE: Anim. DURATA: 112′ VISIONE CONSIGLIATA: RAG.CRITICA: 2,5 PUBBLICO: 3REGIA: John Lasseter
Al suo 7° lungometraggio, dopo essersi aggirato nel mondo dei giocattoli (Toy Story) e in quello degli insetti (A Bug's Life) il genio della Pixar si mette al lavoro in quello delle automobili con “3000 sofisticati computer, 17 ore di lavoro per ogni fotogramma, 43 000 disegni”. Saetta McQueen, una spavalda macchina da corsa ovviamente rossa, durante una gara decisiva per il campionato si perde sulla mitica Route 66, finisce in panne in una bizzarra cittadina sperduta, Radiator Spring, dove vive una bizzarra comunità di auto: hippy pacifisti, patrioti nostalgici, saggi dall'oscuro passato ed ex donne in carriera (sono tutte auto), dove imparerà i veri valori della vita. Non ci sono umani, non ci sono animali antropomorfi, solo automobili in questo divertente – ma troppo lungo – incubo a 4 ruote e a lucenti carrozzerie colorate. Regia vivace, poche idee ma diversi momenti spassosi, qualche raro momento poetico, tanta retorica nell'appello agli antichi valori di una volta. Uscito in estate e poi smarrito nei meandri dell'home video.


Questa sera, su Rai3 ore 22:15, il Morandini vi consiglia: Cars 2 3D

Cars 2 3DCars 2USA 2011GENERE: Anim. DURATA: 120′ FOTOGRAFIA: 3D VISIONE CONSIGLIATA: RAG.CRITICA: 3 PUBBLICO: 4REGIA: John Lasseter, Brad Lewis
12° LM di animazione della Pixar che festeggia i 25 anni. Cricchetto, ammaccato carro attrezzi innamorato dell'inglese Sally, fa perdere il 1° Gran Premio Mondiale a Tokyo al suo grande amico Saetta McQueen. Per un equivoco, passa per spia USA sotto copertura, coinvolto in un ingarbugliato complotto spionistico-petrolifero, gestito dal malefico prof tedesco Z. Oltre a essere un divertimento garantito per adulti e ragazzi (meno per i bambini), questa 2ª tappa delle auto antropomorfe (iperbolica a molti livelli, seppur troppo politicamente corretta) risulta apprezzabile per il modo con cui caratterizza anche i personaggi (auto) di contorno. Rammaricarsi, anzi, offendersi per gli stereotipi sugli italiani è da provinciali che hanno poco viaggiato all'estero. C'è anche un veloce omaggio allo scomparso Doc Hudson. Preceduto dal corto Vacanze hawaiane con i personaggi dell'imperdibile Toy Story 3 3D.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.