Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Viva la libertà

9 aprile 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Viva la libertà

Questa sera, su Rai3 ore 21:05Il Morandini consiglia:
Viva la libertàIt. 2013GENERE: Comm. dramm. DURATA: 100′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 4 PUBBLICO: 2REGIA: Roberto AndòATTORI: Toni Servillo, Valerio Mastandrea, Valeria Bruni Tedeschi, Michela Cescon, Anna Bonaiuto
Film italiano d'autore serio ma spiritoso, intelligente ma divertito e divertente, che parla di una classe politica di sinistra con parole che la stessa classe sembra aver dimenticato. Protagonista assoluto Servillo nella doppia parte di Enrico Olivieri, capo dell'opposizione di sinistra, e del gemello Giovanni, appena uscito da un centro di salute mentale, che ha cambiato cognome per non danneggiarlo. 5° film del palermitano Andò, che con Angelo Pasquini ha adattato un suo romanzo (2012). Tutto si svolge all'interno del maggior partito di sinistra, dove esistono certamente predatori, ma anche tante persone di buona volontà, come l'Andrea Bottini di Mastandrea. Servillo, attore napoletano di statura europea qualunque cosa faccia, deve essersi divertito molto a interpretare la doppia parte in un film la cui originalità consiste nell'essere “in positivo”. È un conte philosophique che esorta al cambiamento una classe politica che si è allontanata dalla vita, dall'umanità, dai cittadini. Memorabile per ironia la scena in cui Olivieri danza a piedi nudi con una dama della politica (che potrebbe essere Angela Merkel), scalza anche lei. Distribuisce 01.
AUTORE LETTERARIO: Roberto Andò

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.