Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

La maschera di Zorro

13 dicembre 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: La maschera di Zorro

Questa sera, su La7 ore 21:10Il Morandini consiglia:

La maschera di ZorroThe Mask of ZorroUSA 1998GENERE: Avv. DURATA: 137′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3 PUBBLICO: 3REGIA: Martin CampbellATTORI: Anthony Hopkins, Antonio Banderas, Catherine Zeta-Jones, Stuart Wilson, Matt Letscher
Nel 1822, quando la California spagnola sta per diventare provincia messicana, il nobile Diego de la Vega (Hopkins), invincibile raddrizzatore di ingiustizie e corruzioni con la maschera e la spada di Zorro (“volpe” in spagnolo), è arrestato e messo in galera dal governatore spagnolo (Wilson) che gli uccide la moglie e gli rapisce la figliolina, portandola con sé in Spagna. Nel 1842, evaso dal carcere, don Diego addestra alla scherma, alle acrobazie e alle maniere della nobiltà (“Un gentiluomo è qualcuno che dice una cosa e ne pensa un'altra.”) il giovane bandito proletario Alejandro Murrieta (Banderas), trasformandolo in un secondo Zorro. La sceneggiatura di Terry Rossio, John Leskow e Ted Elliott mescola con divertita e divertente sagacia gli ingredienti del romanzo d'appendice, i marchingegni avventurosi di Johnston McCulley, inventore di Zorro (1919) e, a sua volta, debitore verso la Baronessa Orczy e la sua Primula Rossa (1905), le citazioni dei vecchi film di Niblo (1920) e di Mamoulian (1940), gli aggiornamenti pirotecnici alla Superman e alla James Bond. Prodotto dalla Amblin, una delle società controllate da Spielberg, è un film scattante e baldanzoso. Dura più di due ore senza stancare. Le voci italiane dell'ottimo Hopkins e del bravo Banderas sono di Dario Penne e Antonio Sanna.

ZORRO - Scheda monografica

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.