Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Centochiodi

19 gennaio 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Centochiodi

Questa sera, su Tv2000 ore 21:00Il Morandini consiglia:   

CentochiodiIt. 2007GENERE: Dramm. DURATA: 92′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 4 PUBBLICO: 3REGIA: Ermanno OlmiATTORI: Raz Degan, Luna Bendandi, Amina Syed, Michele Zattara, Damiano Scaini, Franco Andreani
Un giovane docente dell'Università di Bologna abbandona lavoro, carriera, amici e si rifugia in un rudere sulle rive del Po. Con gli abitanti del posto intreccia storie di amicizia, amore, vita quotidiana. Film epico e straordinario, apparentemente semplice e necessariamente scandaloso, che racconta la storia di un Cristo delle strade, come egli lo chiama, di una figura cristologica nel senso che diventa un Cristo, come è successo nei secoli a tutti coloro che l'hanno imitato nei fatti. È una parabola trasgressiva: sostiene la fede contro le religioni “che non hanno mai salvato il mondo e i popoli” e che, anzi, si sono spesso messe al servizio dei potenti, talvolta come potenza alternativa. Con grazia non dissacra, ma desacralizza – disincrosta – la cultura, la dottrina, i libri. Due modi per disconoscerlo: a) male interpretando la terribile e memorabile sequenza d'avvio o estrapolando battute (“Un caffè con un amico vale più di qualsiasi libro”), giustificare sé stessi e la propria rinuncia a leggere libri, alla cultura che non rende; b) accoglierlo come un'opera didattica a programma, un'allegoria edificante, rimanendo ciechi o ottusi davanti alla “follia” di Olmi, alla concisa e lucida capacità con cui cala in gesti, espressioni, volti, paesaggi, suoni, luci, il sacro (il Verbo) che s'incarna e diventa vivo nella quotidianità. Fotografia: Fabio Olmi. Montaggio: Paolo Cottignola. Suono: Francesco Liotard. Scene: Giuseppe Pirrotta. Costumi: Maurizio Millenotti. Musiche: Fabio Vacchi. Girato a Bologna, argini del Po, provincia di Mantova.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.