Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Ferro 3 – La casa vuota

12 luglio 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Ferro 3 - La casa vuota

   Questa sera, su Rai5 ore 21:15Il Morandini consiglia:

Ferro 3 - La casa vuotaBin-Jip 3 - IronKor. 2004GENERE: Comm. DURATA: 88′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3,5 PUBBLICO: 3REGIA: Ki-duk KimATTORI: Jae Hee, Lee Seoung-yeon, Kwon Huuk-ho kwon, Moo Joo Jin, Choi Jeong-ho
Ferro 3 si chiama una mazza da golf con cui Tae-suk, bel ragazzo di eccezionale manualità, va per la città in motocicletta, pernottando in appartamenti i cui proprietari sono assenti. Non ruba nulla, anzi aggiusta, pulisce, riordina. In uno di essi si imbatte in Sun-hwa, moglie disamorata e maltrattata, che lo segue. I loro vagabondaggi si interrompono quando lui finisce in carcere, accusato a torto di vari reati. Finale a sorpresa, deliziosamente enigmatico. È un film cristallino in stato di grazia, assistito da due angeli custodi, leggerezza e trasparenza. Attraverso la sottrazione arriva alla perfezione: non una parola, un gesto, un minuto superfluo. Unico film sonoro al mondo, forse (dopo L'isola nuda, 1960), i cui due protagonisti non parlano mai. Dove una pallina da golf diventa un'arma, ma anche un veicolo di comunicazione. Questa stringatezza – che porta all'invisibilità come nella parte finale – non esclude i sentimenti, anzi la tenerezza dell'amore. Presenza perfino feroce nei suoi film precedenti (L'isola), qui la violenza è indiretta. Anche la violenza della prigionia – il contrario della casa, delle case che Tae-suk, angelo anarchico ma metodico, riabilita e fa rivivere – “è vanificata da una bellezza che avvera un magico annullamento spazio-temporale” (M. Columbo). Tale è la felicità del narrare di questa commedia in bilico sul fantastico che libera dalla smania dell'interpretazione che pure si può esercitare: Tae-suk che esce invisibile dal carcere è morto? Presentato a Venezia 2004 come 22° film a sorpresa, vinse il premio per la regia.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.