Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Bastardi senza gloria

15 luglio 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Bastardi senza gloria

Questa sera, su Italia 1 ore 21:10Il Morandini consiglia:

Bastardi senza gloriaInglourious BasterdsUSA-Germ. 2009GENERE: Guerra DURATA: 153′ VISIONE CONSIGLIATA: GCRITICA: 4 PUBBLICO: 3REGIA: Quentin TarantinoATTORI: Brad Pitt, Christoph Waltz, Michael Fassbender, Diane Kruger, Eli Roth, Mélanie Laurent
È il 7° lungometraggio di Tarantino, il più esteso e ambizioso, il meno maschile. Diviso in 5 capitoli, ha 3 linee principali dell'azione. La 1ª fa capo al colonnello delle SS Hans Landa, gelido e poliglotta, detto “il cacciatore di ebrei”. La 2ª segue le gesta dei bastardi ingloriosi, criminali ebrei arruolati dal tenente sudista USA Aldo Raine, che pretende da loro almeno 100 scalpi di nazisti. La 3ª fa perno sull'ebrea Shosanna Dreyfus che, scampata a Landa, eredita a Parigi una sala di cinema dove converge l'azione con la strage dello Stato Maggiore del Terzo Reich, qualche mese prima della vera fine della guerra nella primavera 1945. Con questo finto remake di Quel maledetto treno blindato (1978), in inglese The Inglorious Bastards, dimenticabile film di Castellari, Tarantino racconta una storia che reinventa e riscrive la Storia ufficiale. Lo fa con un altro personaggio germanico che lavora per i servizi segreti britannici; con una catena di citazioni filmiche; con i tatuaggi di una croce uncinata sulla fronte dei carnefici; con un cocktail di bevande e di lingue (francese, inglese, tedesco, italiano). È, in fondo, un film fondato sulla vendetta e non doppiabile (il suo multilinguismo è funzionale al racconto), che proclama la potenza autonoma e illusoria del cinema. Oscar all'attore non protagonista (Waltz).

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.