Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

I figli degli uomini

12 agosto 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: I figli degli uomini

Questa sera, su Iris ore 21:00Il Morandini consiglia:

I figli degli uominiChildren of MenGB-USA 2006GENERE: Thrill. DURATA: 109′ VISIONE CONSIGLIATA: RAG.CRITICA: 3 PUBBLICO: 4REGIA: Alfonso CuarónATTORI: Clive Owen, Julianne Moore, Michael Caine, Chiwetel Ejiofor, Charlie Hunnam, Claire-Hope Ashitey, Peter Mullan, Danny Huston, Pam Ferris
Dal romanzo (1993) di P.D. James, sceneggiato dal regista con Timoty J. Sexton e David Arata, Mark Fergus, Hawk Ostby. Nel 2027 la Terra è un pianeta senza speranza: da quasi vent'anni non nascono più bambini e dappertutto regnano miseria, fame, disperazione. La storia – ambientata in una Inghilterra totalitaria dove continuano a sbarcare migliaia di profughi, braccati e rinchiusi come bestie – fa capo a un antieroe, il cinico e rassegnato Theo, ex militante dissidente, che ha il compito rischioso di accompagnare una giovane africana, miracolosamente incinta, da Londra fino alla costa, da cui raggiungerà un sito protetto nelle Azzorre. Catastrofismo con uno spiraglio di speranza. Si può trovarlo velleitario più che ambizioso, ridondante nel suo iperrealismo, ma è un film d'inseguimento che, comunque, negli ultimi 40 minuti, condotti a ritmo frenetico (cinepresa a spalla di George Richmond, fotografia di Emmanuel Lubezki), prende, coinvolge, affascina. Ottimo apparato scenografico. Owen è un protagonista in forma in una compagnia di bravi attori tra cui spicca Caine, vecchio hippy coltivatore di marjuana. La canzone “Ruby Tuesday” è cantata da Franco Battiato. In concorso a Venezia 2006.
AUTORE LETTERARIO: P.D. James

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.