Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Valentino: l’ultimo imperatore

26 settembre 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Valentino: l'ultimo imperatore

Questa sera, su La5 ore 21:10Il Morandini consiglia:   
Valentino: l'ultimo imperatoreValentino: The Last EmperorUSA 2008GENERE: Doc. DURATA: 96′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3,5 PUBBLICO: 4REGIA: Mark Tyrnauer
È un documentario, ma è anche una storia d'amore: come altrimenti chiamare il rapporto tra 2 persone che stanno insieme da 50 anni come soci, partner sul lavoro (uno al servizio dell'altro), amanti? Parigi 2006, finita la cerimonia di consegna della Légion d'Honneur, Valentino esprime la riconoscenza e la stima per Giancarlo. Scritto e diretto da un giornalista di Vanity Fair, è costato più di 2 anni di lavoro e più di 250 ore di riprese. Definirlo un documentario sull'alta moda è riduttivo. Il titolo può sembrare enfatico allo spettatore che non si interessi di moda o la ignori. Ma questo coutourier è un personaggio di creatore, non per quanto ha guadagnato, ma per quel che ha speso nel procurarsi una splendida vita di gran signore settecentesco. Non è solo il ritratto di qualcuno che, pur non amando le donne, ha dedicato il suo talento alla loro bellezza. Qualcuno che ha permesso a un esordiente di descrivere senza veli il retroscena di un lavoro fatto di bisticci, isterie, scoppi d'ira, tenerezze, lacrime. Complesso e contraddittorio, con affetto e ironia, descrive come nasce – o nasceva – un abito d'alta moda. Analizza con lucidità come la bottega abbia dovuto cedere alle leggi di mercato, della finanza, del profitto. E della volgarità. Ormai vicino agli 80 anni, Valentino si congeda con maliziosa autoironia: “Dopo di me il diluvio...”.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.