Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

12 anni schiavo

27 febbraio 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: 12 anni schiavo

Questa sera, su Canale 5 ore 21:10Il Morandini consiglia:   
12 anni schiavo12 Years a SlaveUSA 2013GENERE: Biogr. DURATA: 134′ VISIONE CONSIGLIATA: GCRITICA: 3,5 PUBBLICO: 3REGIA: Steve McQueen (2)ATTORI: Chiwetel Ejiofor, Michael Fassbender, Benedict Cumberbatch, Paul Dano, Paul Giamatti, Lupita Nyong'o, Brad Pitt
Washington, 1841. Solomon Northup, violinista, nero liberato, viene rapito, venduto al Sud come schiavo e trattato come, e peggio, di un animale da diversi padroni per 12 anni, fino a quando incontra il canadese Bass, abolizionista convinto, che si batte per lui e pone fine al suo incubo ottenendo la liberazione e riportandolo alla sua famiglia. Adattamento del romanzo omonimo e autobiografico di Northup, sceneggiato da John Ridley, è un sontuoso film sulla schiavitù, duro, violento, che senza scorciatoie mostra e racconta la natura dell'uomo, capace di insopportabili soprusi fisici e psicologi su altri uomini; è la storia di un'ingiustizia subita da un uomo che riesce a resistere, a non perdere la sua dignità; e insieme è la storia di una speranza. McQueen dirige con un approccio classico, lineare, forse un po' facile: in una cornice pittorica meravigliosa (la natura, gli ambienti, i costumi: fotografia di Sean Bobbitt), disegna personaggi/caratteri volutamente squadrati, il martire, il vigliacco, il sadico, la vittima, il buono, gli indifferenti, per indurre lo spettatore a vedere, capire, indignarsi, commuoversi. Oscar 2014 per il miglior film, miglior adattamento e miglior attrice non protagonista (Lupita Nyong'o).
AUTORE LETTERARIO: Solomon Northup

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.