Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Volver – Tornare

6 aprile 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Volver - Tornare

Questa sera, su Iris ore 21:00Il Morandini consiglia:  

Volver - TornareVolverSp. 2006GENERE: Comm. dramm. DURATA: 121′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 5 PUBBLICO: 3REGIA: Pedro AlmodóvarATTORI: Penélope Cruz, Carmen Maura, Lola Dueñas, Blanca Portillo, Chus Lampreave, Yohana Cobo
Si comincia con una memorabile carrellata rapida su un cimitero mancego dove una folla di donne spazzano, spolverano, lucidano le tombe dei loro cari. Una di loro cura la propria, già prenotata. L'opus n. 16 di Almodóvar è un sereno film sulla morte che fa ridere. O, a preferenza, una commedia pseudotragica – con tre omicidi insoluti – che fa piangere. È un film di (falsi) fantasmi che inteneriscono. È un film sulla famiglia, su tre generazioni di donne, creatrici di vita e consolatrici nella morte, permeato della nostalgia che l'autore, a 55 anni, prova per la madre e il luttuoso matriarcato della sua infanzia in La Mancha. È un film sulla loro sorellanza solidale e pratica. I maschi vi fanno tappezzeria, irrilevanti o violenti e pericolosi. Affine per scelte narrative e naturalismo surrealista a Che ho fatto io per meritare questo? (1984), è il film più compatto, armonioso, sereno di una maturità che forse ebbe inizio con Tutto su mia madre (1999). Come in certe favole, abbina l'orrore con la felicità, l'energia con l'innocenza, il terribile col tenero. La contaminazione dei generi non gli era mai riuscita così bene. La Raimunda della Cruz, adorata dalla cinepresa di Alcaine, è una forza della natura nella sua fragilità; tutte le altre sono brave, ma una menzione va, anche perché inedita, all'Augustina dal capello corto della Portillo. Quando canta la tango-canción Volver di Gardel, uno dei momenti emotivamente più alti, la Cruz (con la voce italiana di B. De Bortoli) è doppiata da Estrella Morente. 3 premi Goya (gli Oscar spagnoli): film, regia, Cruz.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.