Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Green Zone

28 giugno 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Green Zone

Questa sera, su Rete 4 ore 21:15Il Morandini consiglia:  

Green ZoneGreen ZoneFr.-USA-GB-Sp. 2010GENERE: Thrill. DURATA: 115′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3 PUBBLICO: 3REGIA: Paul GreengrassATTORI: Matt Damon, Said Faraj, Brendan Gleason, Yigal Naor, Faycal Attougui
La Zona Verde indica in gergo un'area di 10 kmq al centro di Baghdad dove è di stanza la base militare dei “Paesi volonterosi” (secondo Bush Jr.). Il resto della città è Red Zone, Zona Rossa, pericolosa. Dopo la trilogia Bourne di cui diresse il 2° e il 3° film, l'esperto inglese Greengrass torna al lavoro col divo Damon per un thriller bellico antigovernativo che fa perno sulla ricerca dei luoghi (inesistenti) dove Saddam Hussein avrebbe nascosto le armi di distruzione di massa. La sceneggiatura di Brian Helgeland è basata su un libro di Rajiv Chandrasekaran, corrispondente da Baghdad del Washington Post. Rispetto alla denuncia esplicita di De Palma e della Bigelow, qui c'è la linea narrativa di un action movie appoggiata a chiarezza espositiva. Come se Greengrass-Helgeland mettessero il loro patriottismo al servizio della verità dei fatti invece che alla loro manipolazione. Lo strepitoso inseguimento per le strade di Baghdad merita da solo la spesa del biglietto.
AUTORE LETTERARIO: Rajiv Chandrasekaran

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.