Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

The Equalizer – Il vendicatore

22 novembre 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: The Equalizer - Il vendicatore

Questa sera, su Rai4 ore 22:20Il Morandini consiglia: 
The Equalizer - Il vendicatoreThe EqualizerUSA 2014GENERE: Thrill. DURATA: 132′ VISIONE CONSIGLIATA: GCRITICA: 3 PUBBLICO: 3REGIA: Antoine FuquaATTORI: Denzel Washington, Marton Csokas, Chloë Grace Moretz, David Harbour, Haley Bennett
Magazziniere di Boston, che i colleghi più giovani già chiamano “nonno”, conduce una vita monacale, salvo la sera quando sorseggia un tè, leggendo capolavori letterari, al tavolo di una squallida tavola calda, dove fa amicizia con una giovane prostituta-schiava di una gang russa. Quando la ragazza viene pestata a sangue dal capo dei magnaccia, decide di pareggiare i conti. Ma si infila a sua insaputa in un nido di vespe e i conti alla fine si rivelano molto più salati del previsto. Li paga tutti, e lascia anche la mancia. Equalizer non vuol dire vendicatore, ma perequatore, riequilibratore. Riesumando il serial TV omonimo degli anni '80, Fuqua gira un thriller parapoliziesco affilato e travolgente che sfreccia dall'inizio alla fine senza cadute e centra il bersaglio. È anche una sagra di tutti gli stereotipi – linguistici, gestuali, posturali, d'ammiccamento, di stile personale – del cinema americano tradizionale e positivo, con un Washington grande interprete. Certamente inverosimile e prevedibile, ma nel panorama desolante e decadente della società e del cinema odierni, come non apprezzare la boccata d'ossigeno di un film in cui i buoni sono solo buoni, i cattivi solo cattivi e gli uni vincono e gli altri sono sgominati? Fuqua ha chiamato “Pushkin” il boss della mafia russa “in onore” di Vladimir Putin.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.