Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Alien. La clonazione

20 dicembre 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Alien. La clonazione

Questa sera, su Rai4 ore 21:00Il Morandini consiglia:   

Alien. La clonazioneAlien ResurrectionUSA 1997GENERE: Fantasc. DURATA: 108′ VISIONE CONSIGLIATA: GCRITICA: 3,5 PUBBLICO: 3REGIA: Jean-Pierre JeunetATTORI: Sigourney Weaver, Winona Ryder, Dominique Pinon, Ron Perlman, Gary Dourdan, Michael Wincott, Brad Dourif, Dan Hedaya
Duecento anni dopo il suicidio di Ripley, nella base militare spaziale Auriga una squadra di scienziati costruisce un suo clone perfetto, da cui con un parto cesareo estrae una Regina aliena. I mostri che da lei nasceranno sono anche carne della sua carne. La loro incubazione è assicurata da esseri umani procacciati dall'equipaggio pirata. Tra loro c'è Annalee Call, giovane donna che è in realtà un gynoid. Il 4° episodio di Alien è di segno femminile: 2 eroine, entrambe non umane, ma tutt'altro che disumane, e la Regina aliena. Presente fin da Alien di Scott – il computer dell'astronave Nostromo si chiama Mother – il tema della maternità è sviluppato e approfondito dalla sceneggiatura di Joss Whedon, basata sui personaggi di Dan O'Bannon e Ronald Shusett. Il film è nettamente superiore al precedente e non sfigura vicino a quelli di Scott e Cameron. Il merito è anche del regista francese Jeunet, dell'operatore Darius Khondji, mago della luce, e dei disegnatori Alex Gillis e Tom Woodruff Jr. Almeno 2 grandi momenti di cinema fantastico: l'abbandono (tenero) di Ripley che affonda tra i tentacoli della Regina e l'orrore devastante della sequenza in cui distrugge con un lanciafiamme i 7 cloni, testimonianza del suo “passato”. Troppo inquietante e originale per avere un grande successo.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.