Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

In My Country

6 giugno 2018
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: In My Country

Questa sera, su Tv2000 ore 21:05Il Morandini consiglia: 

In My CountryCountry of My SkullGB-Irl.-SA 2003GENERE: Dramm. DURATA: 100′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3 PUBBLICO: 3REGIA: John BoormanATTORI: Samuel L. Jackson, Juliette Binoche, Brendan Gleeson, Menzi “Ngubs” Ngubane, Sam Ngakane
Scritto da Ann Peacock dal libro Country of My Skull di Antjie Krog. È il 1° film sul Sudafrica dopo l'apartheid (1948-91) che arriva in Italia, il 1° che racconta una vicenda legata alla TRC (Commissione per la verità e la riconciliazione), voluta da Nelson Mandela e dall'arcivescovo Desmond Tutu (premio Nobel per la pace 1984), che operò dal dicembre 1995 all'estate 1998. Furono 1163 gli incriminati per omicidi e torture che, dopo avere ammesso la propria colpevolezza in presenza delle vittime o dei loro parenti dichiarando di avere agito per ordini superiori, furono amnistiati in base al principio dell'ubuntu, secondo cui l'altro è una parte di noi stessi e viceversa. Come mostra il film – di cui sono i passaggi più intensi e significativi – le udienze della TRC, rese pubbliche alla radio, presero la forma di riti catartici collettivi. Per un giornalista afroamericano del Washington Post e una scrittrice “afrikaans” (lingua derivata dall'olandese parlato dai boeri) che lavora per una radio locale, entrambi sposati, le udienze sono l'occasione per mettere a confronto i pregiudizi dell'uno e il senso di colpa dell'altra, conoscersi, avvicinarsi, consumare un appassionato adulterio.... Nonostante le intenzioni di un simbolismo analogico, nella 2ª parte questo caso privato occupa troppo spazio, è raccontato in modi convenzionali e finisce per prevaricare sul tema collettivo e storico. Il diseguale Boorman non è mai stato un poeta d'amore, sempre a disagio con i personaggi femminili. Qui non ha controllato l'eccessiva emotività recitativa della Binoche.
AUTORE LETTERARIO: Antjie Krog

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.