Giochi linguistici

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

il gioco del Vocabolario

22 aprile 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail


Diresti mai che la tua ragazza cammina con passo anserino o che un tuo amico è babbusco ma buono?

Scopri la sorprendente ricchezza della lingua italiana con il Gioco del Vocabolario.
Hai dieci parole e tre definizioni per ognuna. Quale sarà quella giusta?
Riuscirai a far parte della classifica dei Campionissimi?

Gioca con i significati e le definizioni delle parole italiane

Il gioco del vocabolario è un'idea DiLemmi

 

 

Commenti | 16 risposte

  1. Grazie Martina di aver giocato e di aver lasciato il primo commento sul gioco. Siamo contenti che tu ti sia divertita. A prestissimo tra i campionissimi!

  2. Il mio punteggio è 70 (pro tempore). Ma al “Gioco” attribuisco un 100 rotondo. Complimenti, ci tornerò volentieri.

  3. Ho conseguito per due volte 100…
    Meglio smettere…
    Ma tornerò.
    Complimenti agli autori!
    Maria

  4. Il gioco del vocabolario

    I lemmi desueti e oscuri, tristi
    lasciano lemme lemme il dizionario
    per vestir panni da protagonisti
    nel nuovo gioco del vocabolario

    Ti chiedono: dei tre, quale son io?
    Scorgimi nella nebbia del trilemma
    Mi troverai compiendo il mio desìo
    Se fretta non avrai, né troppa flemma.

    Maria

    • Il giocatore che fa 100

      Sveli quattro lemmi senza indugi
      strizzando l’occhiolino a verbi orrendi e sopraffini
      scavi scoprendo della memoria i pertugi
      scovi gli altri sei e sali dieci scalini

      Senza parole ognuno è restato
      Sì, il tuo successo è planetario
      scarichi tosto il tuo attestato
      segui a giocare e si riapre il sipario

  5. Il giocatore che fa zero

    Io mesto vedo quelli che fan cento
    e provo a misurarmi nell’impresa
    ma disarmato, cedo a ogni cimento
    dei nuovi lemmi perdo ognor la presa

    poi mi torna il sereno e mi consolo
    al pensier che è da pochi aver lo zero
    questa è la conclusione di chi solo
    non vede il bianco, ma pur anco il nero…

  6. Un giocatore con zero punti replica di… rimando a uno che ne ha cento

    Sono rimasto con la fiasca asciutta,
    il mio punteggio somma a men che un tocco:
    ho fatto zero alla prima battuta.

    Un centàle mi fa: non vali un mocco
    te tu, che non sai trar gotto da tino.
    Sei un bravo, forse, gli rispondo a stocco,

    tu sei un grammàta, o forse, un indovino
    per arrivar lassù. Per confermare
    azzardi di ruzzar giù di gradino;

    son io, non tu, che ha più da guadagnare.

  7. Al giocatore che credendo di avere conseguito zero punti ha replicato a quello che ne ha cento.

    Il dir che hai, sì aulico ed arguto
    Rivela tratti d’alto magistero
    Il vin che della fiasca hai già bevuto
    T’asconde l’uno davanti allo zero

  8. Divertentissimo e istruttivo. BRAVI! :) (la lingua italiana è proprio la più bella!)

    • Grazie Vittoria! Siamo contenti che il gioco ti sia piaciuto. Torna presto a seguire le nostre avventure linguistiche!

Rispondi a Tonino Annulla risposta

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.