La posta del professore

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Concordanza dei verbi

14/06/2011
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Buongiorno!
Come insegnante d’italiano di madre lingua tedesca mi rivolgo a Voi con una domanda che riguarda la concordanza dei verbi riflessivi: si dice “me lo sono aspettata/immaginata” oppure “me lo sono immaginato” (come soggetto femminile)? Io ho imparato la prima versione. Si concorda in questa maniera: le mani me le sono lavate, oppure: me le sono lavata? In questo caso preferirei la seconda variante. Dopo le mie ricerche grammaticali ho l’impressione che siano possibili tutte e due le versioni. È vero?
Cordiali saluti,
Kerstin

 

Gentile Professoressa,

aspettarsi e immaginarsi sono verbi transitivi pronominali: a mio parere la concordanza del participio è con l’oggetto, non con il soggetto.
Ad esempio con aspettarsi si possono costruire le frasi:

- non me l’aspettavo (sottinteso: questa sorpresa, questa notizia)
- non me l’ero aspettata
- non me la sarei aspettata
- non me lo aspettavo (sottinteso: questo evento)
- non me l’ero aspettato
- non me lo sarei aspettato

E con immaginarsi:

- non me la immaginavo (sottinteso: questa sorpresa, questa notizia)
- non me l’ero immaginata
- non me la sarei immaginata
- non me lo immaginavo (sottinteso: questo evento)
- non me l’ero immaginato
- non me lo sarei immaginato

Noti che le frasi precedenti non cambiano se chi parla è di genere maschile o femminile.

Con lavarsi:

- mi sono lavato (o lavate) le mani
- le mani le avevo lavate (non lavato; non lavata)
- mi sono lavato (o lavati) i capelli
- i capelli li avevo lavati (non lavato; non lavata)

Anche queste frasi sono indipendenti dal genere di chi parla.

Con i miei migliori saluti,
Lorenzo Enriques

Commenti | Una risposta

  1. In italiano, dopo il verbo essere -comunque coniugato- i participi passati concordano SEMPRE con il soggetto!
    Quindi “LE MANI ME LE SONO LAVATE”/ “TUTTE QUELLE MANSIONI SAREBBERO STATE IN QUALCHE MODO ADEMPIUTE” / ecc.
    grazie.