La posta del professore

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Questioni di stile: il partitivo

21/01/2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Gentile Professore,
le pongo una domanda di un gruppo di studenti a cui non ho saputo rispondere con esattezza.

Che differenza c’è fra queste due frasi?
- "A Bologna ci sono cinema, teatri, mostre interessanti"
- "A Bologna ci sono dei cinema, dei teatri, delle mostre interessanti."

I miei colleghi sono di parere contrastante.
Confido in una sua risposta e la ringrazio.
Giovanna

 

Cara Giovanna, le frasi hanno significato equivalente ma se vogliamo trovare una differenza io direi che la prima:

 

A Bologna ci sono cinema, teatri, mostre interessanti

 

risulta più categorica e generalizzante; mentre:

 

A Bologna ci sono dei cinema, dei teatri, delle mostre interessanti

 

è più indefinita e limitante, equivalendo a ci sono un po' di, alcuni cinema… interessanti. Ovvero tra i vari cinema ecc… ce ne sono di interessanti.

D'altra parte anche la prima frase consente una interpretazione ellittica, con un significato che si avvicina alla seconda.
L'utilizzo dell'una o dell'altra diventa quindi una scelta stilistica e di contesto comunicativo.

Io consiglierei forse la prima perché meno appesantita da tutti quei 'dei/delle'.
 
Cari saluti,

Il Professore

Commenti | Una risposta

  1. Non posso che concordare con la risposta: in questo caso i partitivi appesantiscono troppo la frase.
    Tuttavia, allargando il discorso (se mi è concesso), non capisco l’avversione (di cui a volte sento parlare) nei confronti del partitivo: mi hanno detto più volte che chi revisiona le traduzioni tende a eliminare tutti i partitivi… Certo, bisognerebbe valutare caso per caso. Ma non vorrei che si trattasse di qualche ipercorrettismo: il partitivo è considerato troppo “basso” (sappiamo i problemi che ci sono con le costruzioni ritenute “basse”: a me mi, ma però, ecc.), e quindi lo si toglie a ogni piè sospinto.