La posta del professore

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Ho salito o sono salito? Verbi transitivi e intransitivi

20/04/2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Buongiorno professore, 

Non so bene quale ausiliare usare con il verbo salire (per quanto riguarda i tempi composti), per esempio: ho/sono salito sulla torre di Pisa ecc.

Grazie mille!

Un'insegnante di italiano all'estero

 

Gentile Professoressa, 

 

- in italiano i verbi transitivi formano sempre i tempi composti con l'ausiliare avere (ho mangiato una mela, abbiamo visto il mare); 

- i verbi intransitivi invece possono formare i tempi composti con l'ausiliare essere (sono caduto, siete piaciuti) o avere (ha funzionato, abbiamo pattinato) oppure entrambi (sono inciampato, ho inciampato). In questo caso la scelta dell'ausiliare può dipendere dal significato (le api hanno sciamato, gli spettatori sono sciamati dal teatro: nel primo caso sciamare è usato in senso proprio, nel secondo in senso figurato); 

- i verbi che - come salire - possono essere sia transitivi che intransitivi seguono le regole precedenti: usano avere come ausiliare negli usi transitivi (ho salito le scale), usano essere o avere o entrambi negli usi intransitivi. In particolare l'ausiliare di salire negli usi intransitivi è esseresono salito sulla torre di Pisa; 

- come si fa a sapere qual è l'ausiliare da usare con i verbi intransitivi? Non c'è una regola generale e perciò - se non si conosce l'ausiliare - consiglio di usare un vocabolario, che normalmente dà questa informazione immediatamente dopo l'indicazione v. intr. (verbo intransitivo). 

 

Spero di essere stato chiaro e che queste informazioni le siano utili.

 

Con i migliori saluti del Professore