Le Mot du jour

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

La parola del giorno è: cuir / rond-de-cuir

13 marzo 2010
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

cuir /kɥiʀ/
s. m.cuoio, pelle (f.): cuir chevelu, cuoio capelluto; entre cuir et chair, tra pelle e pelle, (fig.) tra sé e sé; (fam.) tanner le cuir à q., suonarle a q. bottes, ceinture, valise en cuir, stivali, cintura, valigia di cuoio; livre relié en cuir, libro rilegato in pelle; imitation cuir, simili-cuir, finta pelle; cuir suédé, pelle di daino; cuir véritable, pleine fleur, cuoio naturale pieno fiore cuir à rasoir, coramella; rond de cuir, cuscino di cuoio fatto a ciambella (già in uso negli uffici), (fig., fam., spreg. o scherz.) travet; (fig., fam.) faire un cuir, fare un errore di legamento (parlando) (conciar.) cuir brut, vert, cuoio greggio; cuir corroyé, tanné, fini, cuoio conciato; cuir de Russie, cuoio di Russia, cuoio bulgaro; cuir en croûte, cuir en huile, cuoio in crosta, cuoio grasso
► rond-de-cuir.

rond-de-cuir /ʀõdkɥiʀ/
s. m. [pl. ronds-de-cuir](fam., spreg.) mezzemaniche, passacarte.
NOTE DI CULTURA: Les ronds-de-cuir alla lettera sono i “tondini di cuoio caratteristici delle sedie negli uffici ministeriali”. È in virtù del romanzo di Georges Courteline (1858-1929, pseudonimo di Georges Moinaux) Messieurs les Ronds-de-cuir (1893) che ha assunto il significato corrente di mezzemaniche.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.