Le Mot du jour

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

bourguignon

1 ottobre 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: bourguignon


bourguignon /buʀgiɲɔ˜/ [f. bourguignonne /buʀgiɲɔn/ ]
A agg.borgognone (cuc.) fondue bourguignonne, fonduta con carne cruda (spec. filetto) tagliata a dadini da immergere in olio bollente con accompagnamento di salse varie; bœuf bourguignon, manzo brasato in salsa di vino rosso e cipolle
B Bourguignon s. m.borgognone, abitante della Borgogna (st.) les Bourguignons, i Borgognoni.


NOTE DI CULTURA

Bourguignons Il partito dei Bourguignons (Borgognoni), formatosi in Francia all’inizio del XV secolo durante la guerra dei Cent’anni (cent), era la fazione che si oppose in una guerra civile agli Armagnacs (Armagnacchi). L’origine del conflitto era la rivalità tra Jean sans Peur (Giovanni Senza Paura), duca di Borgogna, e Louis Ier d’Orléans per il controllo del consiglio di reggenza del re Charles VI, incapace di regnare perché in preda alla follia. Dopo l’assassinio nel 1407 di Luigi d’Orléans, di cui Giovanni Senza Paura era il mandante, gli orleanisti si allearono al conte di Armagnac, dando vita al partito degli Armagnacchi. All’uccisione di Giovanni Senza Paura (settembre 1419), a capo dei Borgognoni si pose suo figlio Philippe le Bon (Filippo il Buono, 1396-1467), nuovo duca di Borgogna, che firmò con il re di Francia Carlo VII il trattato di Arras (1435) ottenendo l’indipendenza di fatto del ducato di Borgogna.

Vuoi riceverla via email? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.