Le Mot du jour

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

violence / non-violence

25 novembre 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: violence / non-violence


violence /vjɔlɑ˜s/
s. f.1 violenza: des scènes d’une violence inouïe, scene d’inaudita violenza; avoir recours à la violence, ricorrere alla violenza; faire violence à q., usare violenza a q.; se faire violence, fare violenza a se stesso; (iron.) se faire une douce violence, farsi convincere senza farsi pregare violences conjugales, policières, violenze domestiche, poliziesche2 violenza, veemenza: la violence de la tempête, d’un choc, la violenza della bufera, di un urto; la violence d’une passion, la violenza di una passione; parler avec violence, parlare con veemenza
non-violence.
COLLOCATORI violence: + agg. aveugle, brute, extrême, gratuite, inouïe, terrible, verbale.
Esercizio onlineEsercizio online



non-violence /nɔ˜vjɔlɑ˜s/
s. f.non violenza
non-violent /nɔ˜vjɔlɑ˜/ agg. sost. [f. non-violente /nɔ˜nvjɔlɑ˜t/ ]non violento.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.