La palabra del día

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

chapa

15 gennaio 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: chapa

Sección Español-ItalianoDeclinaciónchapa /ˈtʃapa/
A s.f.1 lamiera: c. de metal, de hierro lamiera di metallo, di ferro; se quedó atrapado entre las chapas retorcidas del coche rimase intrappolato fra le lamiere contorte della macchina2 (de madera) impiallacciatura3 (de mármol) lastra4 (Aut.) carrozzeria5 (de botella) tappo (m.) a corona: coleccionar chapas fare collezione di tappi6 (de militar) piastrina di riconoscimento7 (de policía) distintivo (m.): dijo que era policía y le pedí que me mostrase su c. ha detto che era un poliziotto e gli ho chiesto di mostrarmi il distintivo8 (de guardarropa) gettone (m.), contromarca: perdimos la c. y tuvimos que esperar al final para recoger el abrigo abbiamo perso il gettone e abbiamo dovuto aspettare fino alla fine per ritirare il soprabito9 (fam.) (dinero) soldi (m. pl.), quattrini (m. pl.): el padre murió y los dejó a todos sin c. il padre è morto e li ha lasciati tutti senza soldi10 (arg.) (en prostitución) marchetta11 (HispAm., fam.) (matrícula de coche) targa12 (HispAm.) (cerradura) serratura13 [en pl.] (juego con monedas) testa o croce (sing.): en los pueblos todavía hay quien juega a las chapas nei paesi c'è ancora chi gioca a testa o croce
   estar sin chapa (fam.) non avere il becco di un quattrino: ahora que está sin c. ya no tiene amigos adesso che è senza il becco di un quattrino non ha più un amico   hacer chapas (arg.) fare marchette   no pegar ni chapa (fig.) non battere chiodo: búscate un trabajo, que hace seis meses que no pegas ni c. cercati un lavoro, che sono sei mesi che non batti chiodo   no tener (ni) chapa (fam.) non avere il becco di un quattrino
B s.m. y f.(HispAm., arg.) (agente de policía) sbirro, sbirra, piedipiatti (inv.): ha desaparecido del mapa porque los chapas lo están buscando è scomparso dalla circolazione perché gli sbirri lo stanno cercando.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.