La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

perforare / perforato

23 marzo 2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: perforare / perforato


perforàre / perfoˈrare/
[vc. dotta, lat. perforāre, comp. di pĕr ‘attraverso’ e forāre ‘forare’ av. 1306]
A v. tr. (io perfóro (o -ò-))
1 forare da parte a parte: perforare il tessuto, la corazza, una montagna; il proiettile ha perforato un polmone | forare in profondità: perforarono la roccia cercando il petrolio
2 (inform.) eseguire la perforazione di schede o bande
B perforàrsi v. intr. pron.
bucarsi, subire una perforazione: lo stomaco si è perforato a causa dell'ulcera


perforàto / perfoˈrato/
A part. pass. di perforare; anche agg.
1 nei sign. del v.
2 (inform.) scheda perforata, nastro perforato, su cui vengono registrati dati mediante sequenze predefinite di fori per il controllo di macchine tessili, utensili e, un tempo, di computer e telescriventi
B s. m.
(zool.) ogni individuo appartenente al gruppo dei Perforati

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.