La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

torchio

28 marzo 2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: torchio


tòrchio (1) / ˈtɔrkjo/
[lat. tŏrculu(m), da torquēre ‘torcere’, in vari sensi sec. XIV]
s. m.
1 macchina che serve a comprimere gradatamente e senza urti un materiale posto fra due piastre parallele, una mobile e una fissa: torchio per uva, per olive ILL. vino
2 la prima e più semplice macchina da stampa, costituita da un piano su cui un accoppiamento leva-vite abbassa un piano di pressione | essere sotto il torchio, (disus.) essere in via di stampa; (fig.) essere costretto a un duro sforzo o a un interrogatorio lungo e difficile | (disus., iron.) far gemere i torchi, fare stampare, spec. opere poco pregevoli
3 (anat.) torchio addominale, massa muscolare che comprime la cavità addominale
|| torchiétto, dim. (V.)

tòrchio (2) / ˈtɔrkjo/
[lat. parl. *tŏrculu(m) ‘oggetto avvolto’, da tŏrques ‘collana’, da torquēre ‘(rav)volgere’ 1312]
s. m.
1 grosso cero o torcetto di più candele
2 collana, monile
3 (poet.) rametto flessibile spec. di salice usato per legare i tralci delle viti, o sim.
|| torchiétto, dim.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.