La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

ormeggio / ormeggiare

21 agosto 2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: ormeggio / ormeggiare

Sillabazione: or–még–gio
orméggio / orˈmeddʒo/
[da ormeggiare (2) sec. XIV]
s. m.
1 serie di operazioni necessarie a ormeggiare un'imbarcazione o (est.) un velivolo
2 luogo dove si ormeggia una nave: andare all'ormeggio | modo di ormeggiare: ormeggio di prua, affiancato, alla boa | ormeggio a barba di gatto, ancoraggio afforcato con le due linee di ancoraggio divaricate di circa 100°
3 (al pl.) cavi e catene che servono per ormeggiare: levare, mollare gli ormeggi

Sillabazione: or–meg–già–re
ormeggiàre (1) / ormedˈdʒare/
[intens. di ormare av. 1817]
v. tr. (pres. io orméggio; fut. io ormeggerò)
(raro, lett.) ormare

Sillabazione: or–meg–già–re
ormeggiàre (2) / ormedˈdʒare/
[gr. hormízein, da hórmos ‘rada’, di etim. incerta 1322]
A v. tr. (pres. io orméggio; fut. io ormeggerò)
fermare una nave in un porto, impedendo con ancore, catene e cime che venti, moto ondoso e correnti possano spostarla | attaccare, assicurare alla riva, alla banchina, alle bitte | (est.) fissare un velivolo al suolo per proteggerlo dagli spostamenti causati dal vento
B ormeggiàrsi v. intr. pron.
fissarsi con ormeggi, detto di una nave

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.